/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | lunedì 22 febbraio 2016, 12:46

Bordighera: il 25 febbraio, ‘I Giovedì del Sommelier: i formaggi della Val Grana incontrano i grandi Vini delle Langhe’

L'evento è organizzato dall’Hotel Parigi di Bordighera in collaborazione con l’ASPI Riviera dei Fiori

Giovedì 25 Febbraio, alle ore 20.00, l’Hotel Parigi di Bordighera, in collaborazione con l’ASPI Riviera dei Fiori pesentano ‘I Giovedì del Sommelier: i formaggi della Val Grana incontrano i grandi Vini delle Langhe’.

Prezzo € 35.00 a persona. Per prenotazioni Tel 0184/261405. Aziende partecipanti La Poiana e Bel Colle

La Poiana - Castelmagno

Non è un caso che la storia della nostra Cooperativa inizi nel 1982, tra i fondatori spiccava infatti Gianni De Matteis, personaggio fondamentale per la promozione e lo sviluppo della Valle Grana, sindaco di Castelmagno per tanti anni, vero motore per l’ottenimento del riconoscimento della Dop e della fondazione del Consorzio di tutela e valorizzazione.
Fondamentali nel processo di maturazione dei formaggi de La Poiana sono le tecniche di stagionatura che in parte viene ancora effettuata in antiche cantine di pietra e nei tradizionali infernot, celle di pietra molto profonde in cui un tempo si riponevano i cibi più pregiati. le forme vengono continuamente girate, spazzolate e trattate manualmente secondo tecniche antiche, di modo che la maturazione possa procedere in modo equilibrato e uniforme.
La Poiana oggi è il maggior produttore di Castelmagno

Bel Colle

A breve distanza dal castello di Verduno, dimora del re Carlo Alberto di Savoia, sorge l’azienda vitivinicola Bel Colle, fondata nel 1978 dai f.lli Carlo e Franco Pontiglione e da Giuseppe Priola, ora di proprietà della famiglia Bosio di Valdivilla S.Stefano Belbo.
La posizione della cantina è suggestiva poiché svetta sovrana su di un mare di colline vitate. L’enologo Paolo Torchio la cui vasta esperienza e competenza hanno portato la produzione vinicola della Bel Colle a raggiungere lusinghieri risultati. Gli ettari vitati sono 15 , e sono quasi tutti nel comune di Verduno, il cui Crù di spicco è sicuramente la vigna del Monvigliero, da cui nasce il Barolo omonimo, il cui vino insieme al Barbaresco Roncaglie è stato più volte premiato con i Tre Bicchieri della Guida Gambero Rosso.

I vigneti sono lavorati con il metodo del sovescio, una pratica agricola che migliora la fertilità del terreno. Può apportare sostanze nutritive, migliorare la struttura e la vitalità del suolo e addirittura sanificalo. Una pratica molto benefica, un vero ricostituente naturale.
La tecnica del sovescio consiste nella semina di una o più specie di piante erbacee, non con l’obiettivo di raccoglierle, bensì di interrarle dopo il loro sfalcio, a un certo stadio di sviluppo utilizzandole come fertilizzante naturale.

La gamma dei vini prodotti è pressochè completa si passa dai bianchi Langhe Chardonnay Le Masche doc, Langhe Favorita doc, Roero Arneis doc, Moscato d’Asti docg) ai rossi giovani Dolcetto d’Alba doc, Verduno Pelaverga , quest’ultimo gode di una storia molto interessate… è una cultivar molto antica, presente da tempo immemorabile nel territorio dei comuni di Verduno.


Menù

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore