/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | sabato 27 febbraio 2016, 19:37

Tarda ad arrivare la perturbazione in provincia di Imperia. Achille Pennellatore spiega perché

Ovviamente permane lo stato d'allerta emanato dalla Protezione Civile della nostra Regione, inizialmente giallo, ma passato ad arancione dalle 13 per la nostra provincia e parte del ponente savonese che, fino ad ora era a livello giallo. Passa addirittura a Rosso, nell’entroterra savonese, ovvero a livello massimo

Tarda ad arrivare la perturbazione per cui l'Arpal ha emesso, per la provincia di Imperia lo stato d'allerta arancione fino alla mezzanotte di domani, e il cui inizio era preventivato per le 18. Al momento, a parte alcune precipitazioni sporadiche, di "Golia", neppure l'ombra.

A dare una spiegazione al fenomeno, ci pensa, come sempre, Achille Pennellatore del Centro Meteo Portosole, che in un post su Facebook delle 18 spiega: "Per me ancora codice GIALLO, in ragione del vento di Grecale, da NORD-EST, che rallenta e parzializza la pioggia su Imperiese e Nizzardo. È un Fhön che discende dalle Alpi Liguri/Marittime e secca la massa d'aria".

Ovviamente permane lo stato d'allerta emanato dalla Protezione Civile della nostra Regione, inizialmente giallo, ma passato ad arancione dalle 13 per la nostra provincia e parte del ponente savonese che, fino ad ora era a livello giallo. Passa addirittura a Rosso, nell’entroterra savonese, ovvero a livello massimo.

La previsione prefigura la criticità arancione per temporali nella provincia di Imperia fino alle 13 di domani. Rimarrà Arancione, fino alla mezzanotte di domani, per precipitazioni diffuse. 

Situazione analoga in tutta la regione, con precipitazioni nevose importanti, previste nell’entroterra savonese. Con il peggioramento del tempo e l’aumento delle precipitazioni, le raccomandazioni della Protezione Civile sono quelle classiche: mettersi in viaggio solo se necessario e sempre con pneumatici invernali o catene da neve, se si viaggia verso Nord. Previste fitte nevicate sulla Statale 20 del Colle di Tenda, ma anche sulla 28 del Nava, sulle strade che dal savonese portano in Piemonte, ma anche sulle autostrade che vanno verso Nord, ovvero la A6 Savona-Torino, A7 Genova-Milano e A26 Genova-Gravellona.

Anche il mare è in salita e da domani si prevedono forti mareggiate su tutte le coste. Confermata l’apertura della Sala Operativa della Protezione civile regionale fino alla mezzanotte di domani.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore