/ CRONACA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 13 gennaio 2016, 21:08

Sanremo: presunta aggressione in via Pietro Agosti, 'Matuzia Nostra' risponde a commercianti e residenti

“Probabilmente se Via Agosti in tutti questi anni è diventata quello che è diventata non è stato solo per una precisa volontà politica, ma anche perché tra gli stessi commercianti non si è mai creata una vera e propria solidarieta' che portasse ad una tutela e salvaguardia del quartiere".

Alessandro Condò, presidente di Matuzia Nostra ci ha scritto per rispondere alle dichiarazioni di residenti e commercianti di via Pietro Agosti a Sanremo, in particolare alle accuse dirette all’associazione (cliccando QUI).

“Prima di tutto il fatto di non sapere a chi dover dare una risposta, anche se non mi verrebbe difficile individuare chi possa essere stato a strumentalizzare questo episodio e a mettere in piedi questa pagliacciata, mi fa pensare che comunque ci troviamo davanti a chi agisce da infame. Tengo a precisare che chi vi scrive in questa via c'è nato ed ha ben due attività, delle proprietà e quindi appare chiaro che non possa avere nessun vantaggio nel creare o fomentare situazioni che possano nuocere al quartiere. Solo nelle ultime settimane abbiamo avuto una serie di contatti e incontri con la Pubblica Amministrazione per migliorare il degrado della via (illuminazione, carabiniere di quartiere, viabilità, velocità eccessiva, topi, pulizia, rimozione e bonifica dell'area dell'ex distributore Agip) e non ultimo l'esposto relativo all'apertura della moschea-centro culturale islamico dove si chiede una verifica più attenta sulla documentazione progettuale”.

“Intanto – prosegue Condò - vorrei capire quando e dove si sarebbero riuniti i commercianti di Via Agosti, in funzione del fatto che l'articolo sia uscito soltanto ieri e che buona parte di essi hanno rinnovato la tessera con il nostro movimento. Io stesso lo scorso sabato mi sono attivato, insieme al segretario, passando personalmente dai commercianti per rinnovare la tessera evitando di passare da chi fosse palesemente non interessato a dare il proprio contributo per il quartiere. Appare chiaro che siamo davanti a dei soggetti che evidentemente stanno pateticamente tentando di mettere in cattiva luce l'operato di chi si sta seriamente impegnando e portando dei risultati.

Questo è il teatro dell'assurdo. Invece di esprimere solidarietà verso chi ha subito un torto, ci si preoccupa della pessima reputazione che possa prendere il quartiere come se la colpa fosse solo di Matuzia Nostra. Probabilmente se siamo in queste condizioni e proprio perché ci sono persone di questo calibro. Mi sembra evidente che chi  si è stato vittima di questo spiacevole episodio abbia tutte le ragioni del mondo a rimanere anonima o a poter liberamente decidere di non sporgere denuncia per salvaguardare la propria incolumità”.

“Probabilmente se Via Agosti in tutti questi anni è diventata quello che è diventata non è stato solo per una precisa volontà politica, ma anche perché tra gli stessi commercianti non si è mai creata una vera e propria solidarieta' che portasse ad una  tutela e salvaguardia del quartiere. Ci sono sempre state solo delle sporadiche iniziative, ma in realtà tutti hanno sempre pensato a coltivare il proprio orticello e a non vedere più in là del proprio naso. E adesso che c'è qualcuno che si espone, che dedica il proprio tempo levandolo al  lavoro e alle proprie famiglie, per cercare di migliorare le cose, ci si riscopre solidali nel remare contro”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore