/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

CRONACA | mercoledì 17 febbraio 2016, 09:01

Sanremo: Municipale, Carabinieri e Guardia Costiera, iniziato sul porto vecchio lo sgombero dei cantieri navali

L'avvocato Oddo: “Il Comune di Sanremo ha preso possesso delle aree demaniali, occupate dalla ‘Cantieri Navali Sanremo’ che non ha la concessione questo è vero, ma con un atto abusivo, in violazione della giurisprudenza amministrativa".

E’ iniziato questa mattina lo sgombero dei Cantieri navali sul porto vecchio di Sanremo. Polizia Municipale, Guardia Costiera ed Amaie sono entrati all’interno dei cantieri ed hanno iniziato l’operazione di notifica agli attuali gestori, la ‘Cantieri Navali’.

Già il 21 settembre scorso c’era stato un tentativo di sgombero, fermato dalla proposta ‘transattiva’ dell’avvocato Davide Oddo, che rappresenta la società. Negli ultimi anni è stato un andirivieni di carte bollate, tra comune e cantieri, in relazione al progetto di riqualificazione della zona. Nei mesi scorsi il Consiglio di Stato aveva anche rigettato il ricorso dei cantieri, dando ragione al Comune.

Sul posto anche l’avvocato dell’azienda, Davide Oddo, che ha subito contestato il provvedimento: “Il Comune di Sanremo ha preso possesso delle aree demaniali, occupate dalla ‘Cantieri Navali Sanremo’ che non ha la concessione questo è vero, ma con un atto abusivo, in violazione della giurisprudenza amministrativa. Questa, infatti, prevede oltre l’anno dal possesso un ricorso alla Magistratura e non la possibilità di agire in ‘autotutela’ da parte del Comune. Noi denunceremo penalmente non solo il Comune ma anche chi ha effettuato questo atto, perché un conto è la tutela dell’interesse pubblico ed un’altra il rispetto delle Leggi”.

Cosa accade ora materialmente? “Il Comune prende possesso dei luoghi ma oggi stesso noi faremo una denuncia penale e, nei prossimi giorni faremo una serie di ricorsi all’autorità competente per riottenere il possesso e vedere punito questo abuso contro ogni principio giuridico anche più elementare”. 

L’avvocato Oddo ha poi evidenziato i motivi che porteranno a ricorsi, denunce ed altro nei confronti di palazzo Bellevue: “Il Comune ha fatto una revoca delle concessioni a ‘Cantiere Nautico’ che poi è fallito. ‘Cantieri Navali’ ha preso possesso nel 2012 ed ha chiesto di subentrare, senza ottenere mai risposta. Proprio per questo stiamo attendendo una sentenza del Tar su questa mancata risposta. La Giurisprudenza, però, ad un anno dal possesso anche se illegittimo, lo sgombero non può più essere fatto con una ordinanza del Sindaco, ma con un giudizio ordinario. Ovviamente i ‘Cantieri Navali’ ci sono dal 2012 e, quindi, è necessario un ricorso al Giudice. Più volte abbiamo scritto al Comune che questo era un abuso. Quindi qui siamo di fronte ad un ‘dolo’ ed una consapevolezza di violare la Legge e quindi anche la responsabilità penale e civile, che noi rivendicheremo nei confronti del Comune e di chi ha dato attuazione ad un ordine illegittimo”.

E' stato confermato che le barche che stanno stazionando nell'area del cantiere avranno 10 giorni di tempo per essere portate via.

Cliccando sotto l'intervista audio all'avvocato Davide Oddo

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore