/ CRONACA

Affari & Annunci

Vendesi tagliaerba Florabest manuale usato pochissimo quasi nuovo ancora con istruzioni, ideale per piccolo giardino

Cerco lavoro come addetta pulizie stirare o segretaria part time zona Imperia

Vendo Audi A3 Sportback in perfette condizioni!!!Equipaggiamento del veicolo: ABS Airbag conducente Airbag laterali Airbag passeggero Alzacristalli elettrici Antifurto ...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 08 gennaio 2016, 21:05

Sanremo: le famiglie di Coldirodi chiedono a gran voce al Vescovo di non mandare via Don Traetta, la protesta in piazza San Siro

Unico momento di attrito quando i manifestanti hanno detto di esser pronti a non recarsi più a messa a partire da domenica. Il Vescovo ha risposto dicendo che facendo così tradirebbero Don Pasquale e la sua Opera.

50 abitanti di Coldirodi di Sanremo hanno dato vita questa sera ad un presidio di protesta davanti alla Concattedrale di San Siro, contro il trasferimento del parroco della frazione, Don Pasquale Traetta. Donne, uomini e soprattutto tanti bambini per dire no allo spostamento del prelato che andrà a ricoprire il suo ruolo nelle parrocchie di Trucco ed Airole. In tanti hanno voluto partecipare alla manifestazione che è terminata con un incontro il Vescovo Antonio Suetta.

A presidiare la protesta anche le forze dell’ordine presenti in massa per una pura formalità. Unico momento di attrito quando i manifestanti hanno detto di esser pronti a non recarsi più a messa a partire da domenica.

Il Vescovo ha risposto dicendo che facendo così tradirebbero Don Pasquale e la sua Opera. Curiosa invece la presenza nel gruppo degli abitanti della frazione, anche di una donna mussulmana che, parlando con il Vescovo ha chiesto di non allontanare Don Traetta e per tutta risposta Suetta le ha chiesto quando sarebbe stata pronta a diventare cattolica e lei ha replicato "Non lo so".

Al termine dell’incontro, il Vescovo ha spiegato che il trasferimento del prete è stata una sua scelta. Poi Suetta ha tranquillizzato la comunità spiegando che presto arriverà un nuovo parroco che saprà emulare i 25 anni di attività svolta da don Traetta.

Stefano Michero - Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore