/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 03 febbraio 2016, 18:04

Sanremo: infanticidio del piccolo Semyon, prosciolta la madre Natalia Sotnikova

Come è emerso anche dalla perizia disposta dalla procura, la 40enne russa era incapace di intendere e volere al momento dell'atto.

Si chiude con una sentenza di proscioglimento il caso di Natalia Sotnikova, la quarantenne russa che nella notte tra il 10 e l’11 dicembre 2014 uccise il figlio Semyon, di soli 9 mesi, nello specchio acqueo davanti a Bussana di Sanremo. La sentenza arriva dietro richiesta della difesa curata dall'avvocato Stefania Belmonte del foro di Roma, ma anche dal pubblico ministero.

Infatti, proprio la perizia della procura ha confermato che la donna al momento dell'atto non era capace di intendere e volere. La 40enne per il momento rimarrà confinata in una struttura psichiatrica anche se le sue condizioni sembrano essere migliorate rispetto al momento dell'arresto. La difesa pertanto non esclude una richiesta di una misura cautelare più attenuata. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore