/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

Abito da sposa tessuto originale ARMANI, modello ARMANI, realizzato da Vogue Sposa di Luciana De Stefano. Tessuto seta...

SANREMO, SPLENDIDA VISTA MARE. PRIVATO VENDE MONOLOCALE ARREDATO AL 7° PIANO DI UN BEL COMPLESSO IN OTTIME CONDIZIONI....

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 20 gennaio 2016, 10:00

Sanremo: degrado davanti alla stazione, il mite inverno assicura un posto caldo in strada alla sempre più numerosa popolazione dei questuanti

La sempre più numerosa popolazione di questuanti, ormai 'figura tradizionale' cittadina, non ha nemmeno più bisogno di nascondersi.

Ecco come si presenta l'area antistante la stazione ferroviaria di Sanremo. Uno spettacolo poco decoroso per una città che vorrebbe definirsi turistica. Il clima mite di questo inverno garantisce soggiorni in strada con una coperta a chiunque. La sempre più numerosa popolazione di questuanti, ormai 'figura tradizionale' cittadina, non ha nemmeno più bisogno di nascondersi. 

In questi scatti sono immortalati i giacigli di una zona sempre più lasciata in balia di questi soggetti, che non hanno fatto altro che aumentare sensibilmente il degrado dell'area. Il business dell'elemosina organizzata si protrae poi di giorno nelle vie matuziane che ormai da tempo sono ricche di mendicanti che ormai agiscono indisturbati.

Questi soggetti si sono spartiti ed assicurati specifiche zone per esercitare la propria 'professione'. Non è infatti nemmeno così raro sentirli litigare perchè qualche 'nuovo arrivato' pensa di potersi mettere in un posto magari occupato da qualcuno. Ogni giorno si può assistere ad un vero e proprio assalto al passante, don mano con cappellini protese per raccogliere denaro che, come purtroppo insegna la cronaca nazionale, è destinato a persone ben diverse da chi elemosina in strada.

(Le foto sono di Tonino Bonomo)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore