/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 20 gennaio 2016, 14:30

Sanremo: Blitz dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Imperia, sequestrato quasi un chilo e mezzo di Cocaina

Le indagini sono culminate nell’arresto in flagranza di un giovane 27enne napoletano, bloccato presso il casello autostradale di Arma di Taggia.

E’ un duro colpo al mercato della droga matuziano quello messo a segno dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Imperia.

Il bilancio è di un italiano arrestato e di quasi un chilo e mezzo di Cocaina sequestrati dai militari del Reparto Operativo del Comando Provinciale, che hanno voluto dare un forte segnale che lo Stato c’è ed è fermamente impegnato nel combattere lo spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto tagliando i canali di rifornimento su tutto il territorio della provincia.

Le indagini, condotte dai militari del Nucleo Investigativo, al Comando del Tenente Guido Quatrale, e coordinate personalmente dal Procuratore della Repubblica di Imperia Dr. Giuseppa Geremia, sono culminate nell’arresto in flagranza di un giovane 27enne napoletano, D.E., bloccato presso il casello autostradale di Arma di Taggia a bordo di un’autovettura Ford Fiesta, grazie anche all’intervento di una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sanremo.

I FATTI

E’ il primo pomeriggio di lunedì e i militari, già dalle prime ore dell’alba, si trovano appostati presso i caselli autostradali di Sanremo ed Arma di Taggia. E’ da giorni che si attende l’arrivo di un carico. Il mercato della droga sanremese lamenta il fabbisogno di approvvigionamenti. Sono le voci raccolte dai militari negli ambienti dei tossicodipendenti della zona. La notizia viene data per certa, c’è fibrillazione tra gli spacciatori.

L’imbeccata è giusta. Ecco che arriva un’auto. Non vede Forze dell’Ordine al casello di Arma di Taggia. Potrebbero però esserci pattuglie e posti di blocco più avanti. Troppo rischioso. Il conducente solitario si ferma, accosta, scende e fa un gesto inconsueto. Apre il bagagliaio, controlla che sia tutto a posto. Tocca la ruota di scorta più volte, si guarda intorno sospettoso e si rimette alla guida. Scatta il campanello di allarme. Un controllo immediato della targa rilevata, che risulta intestata ad una società del sud Italia, e via al controllo, grazie ad una pattuglia del Radiomobile di Sanremo nascosta poco più avanti.

Il conducente viene identificato, un napoletano che fa il gommista nella sua città di origine. Gli viene chiesto il motivo della sua visita ed il giovane appare subito incerto, spaventato, afferma di essere venuto a Sanremo per il Festival. Poco credibile, allora i militari controllano il suo veicolo e si accorgono subito che qualcosa di strano c’è. La gomma di scorta ha un peso anomalo. Lui fa il gommista e afferma che è normale. Ma i Carabinieri non si fanno ingannare e controllano meglio, la sgonfiano, guardano all’interno, sotto il copertone, ed ecco che con stupore vengono rinvenuti due involucri bianchi, pressati. COCAINA, quasi un chilo e mezzo di polvere bianca, apparentemente purissima, confermato dal narcotest fatto nella Caserma Somaschini di Imperia.

La lunga attesa dei militari del Nucleo Investigativo si è rivelata un successo. Le notizie erano davvero fondate. Scattate le manette ai polsi del giovane partenopeo, si sono aperte per lui le porte del carcere di Imperia.

Soddisfazione è stata espressa dal Procuratore della Repubblica Dr. Giuseppa Geremia e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Luciano Zarbano, che si sono complimentati con gli uomini dell’Arma per l’importante operazione che ha inferto un duro colpo alla criminalità locale, salvaguardando la sicurezza dei cittadini e impedendo l’immissione sul mercato illegale dell’ingente quantitativo di droga, che avrebbe potuto fruttare, una volta tagliata, fino anche a duecentomila euro.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore