/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 26 febbraio 2016, 17:49

Primi effetti della perturbazione in arrivo: dalle 17 ha iniziato a nevicare a Monesi, piogge intermittenti sulla costa

Intanto, come preannunciato nei giorni scorsi da domani alle 6 e fino alle 23.59, la Protezione Civile della Regione Liguria ha emesso un messaggio di allerta ‘Arancione’ per piogge e temporali nell’area da Noli a Sarzana e nelle Valli genovesi del Trebbia, Scrivia e Aveto. Allerta ‘Gialla’ invece, la più bassa, da Noli a Ventimiglia.

La prima neve dalla Web Cam di Piaggia

La prima parte della perturbazione attesa in queste ore, ma soprattutto per domani, ha già varcato le Alpi Marittime ed è arrivata a Monesi. Se sulla costa ha da poco iniziato a piovigginare, sull’unica località sciistica della nostra provincia è già arrivata la prima neve.

Dalle 17 circa, infatti, la neve ha iniziato a cadere e, da conferme che ci arrivano da Monesi, sembra già ‘attaccare’ bene sul terreno. Naturalmente si tratta della prima avvisaglia della perturbazione prevista per domani ma, viste le temperature che nelle ultime ore sono scese, per gli appassionati di sci e gli operatori del settore turistico, buone notizie per la fine di questa stagione ‘bianca’, che dovrebbe culminare con il weekend di Pasqua, a fine marzo.

Intanto, come preannunciato nei giorni scorsi da domani alle 6 e fino alle 23.59, la Protezione Civile della Regione Liguria ha emesso un messaggio di allerta ‘Arancione’ per piogge e temporali nell’area da Noli a Sarzana e nelle Valli genovesi del Trebbia, Scrivia e Aveto.  Allerta ‘Gialla’ invece, la più bassa, da Noli a Ventimiglia. Sempre domani la Protezione civile della Regione Liguria ha emesso lo stato di allerta ‘Arancione’ per neve nelle valli Stura e  Bormide. Il clou della perturbazione è previsto da domani pomeriggio fino alle mezzanotte.

Per domani è previsto vento forte forza 7 da SW sul Levante, da NE sul Centro-Ponente, con minaccia di burrasca forza 8 dal pomeriggio. Per oggi sulla nostra provincia è prevista un’alternanza di schiarite a passaggi nuvolosi, ma non saranno rari piovaschi o rovesci da Ovest dalla tarda serata o notte. Limite pioggia/neve in abbassamento dai 1400 metri circa sulle Alpi Marittime, fino a 1000 metri. Più in basso nell’Appennino. Le temperature massime saranno in diminuzione. 

Ed eccoci a domani quando arriverà la perturbazione, con cielo molto nuvoloso o coperto con piogge, anche temporalesche e talvolta di forte intensità dal tardo pomeriggio. Neve abbondante in montagna, in piccola risalita a 1200 metri circa sulle Alpi Marittime (elevato rischio di valanghe e slavine), resterà piuttosto in basso sull’Appennino soprattutto nell’entroterra del savonese (Calizzano e Urbe). Vento tra E e NE sul Centro-Ponente, in rapido rinforzo a 15/25 nodi localmente 28/33 con minaccia di 35/40 nodi dal pomeriggio con raffiche più forti. Mare in crescita a molto mosso o agitato. Mareggiata sulle coste del Var, zona St Tropez per Fetch da Est. Temperature in calo, per il momento non sensibile. 

Ma attenzione, perché se tra sabato e domenica potranno esserci alcune pause, un nuovo peggioramento è previsto dal tardo pomeriggio o serata della giornata festiva. Ancora piogge e rovesci con nevicate in montagna che porteranno l’altezza del manto bianco anche ad un metro di altezza. Anche domenica previsto vento forte e onda lunga, ma anche il calo sensibile delle temperature.  

Lunedì avremo gli ultimi strascichi della perturbazione e freddo intenso ma, martedì e mercoledì è previsto un netto miglioramento.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore