/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 11 marzo 2016, 18:24

Incontro interlocutorio tra la Regione e Sindacati sul futuro dello stabilimento Agnesi di via Schiva

Nel corso dell’incontro è emerso che il Presidente Giovanni Toti a breve convocherà Colussi in Regione e, quindi, fisserà un incontro unitario dopo Pasqua con sindacati, azienda, Comune e Provincia di Imperia.

E’ terminato poco prima delle 18 il vertice sulla Agnesi in Regione, richiesto nelle scorse settimane dalle sigle sindacali che si stanno occupando del caso dello stabilimento di Imperia, che, secondo i piani di Colussi, azienda proprietaria del marchio, dovrebbe chiudere i battenti a fine anno, per spostare la sede principale della produzione a Fossano.

Al vertice, come anticipato ieri dal nostro giornale, sono stati convocati solamente i sindacati, ma questi ultimi avevano invece richiesto che a partecipare fossero tutte le parti coinvolte, quindi anche l'azienda e il Comune di Imperia. Nel corso dell’incontro, considerato interlocutorio, è emerso che il Presidente Giovanni Toti a breve convocherà Colussi in Regione e, quindi, fisserà un incontro unitario dopo Pasqua con sindacati, azienda, Comune e Provincia di Imperia.

Al termine dell’incontro, a cui erano presenti tutte le sigle sindacali, e per la Regione gli assessori Giovanni Berrino e Edoardo Rixi, il rappresentante sindacale Cisl Gigi Lazzarini ha commentato: “E’ stato un incontro interlocutorio e, al momento la situazione non cambia. L’unica nota positiva è quella relativa al fatto che la Regione si è detta disponibile a concedere all’azienda dei nuovi fondi, affinché continui ad investire sul territorio. Ma, ha evidenziato l’Ente di piazza De Ferrari, la Colussi deve presentare un piano industriale degno del suo nome”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore