/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 28 gennaio 2016, 07:41

Imperia: vantano crediti per migliaia di euro ciascuno, tornano a chiedere un intervento gli ex operai TraDeCo

"Purtroppo a distanza di mesi siamo ancora qui ad aspettare, ma la cosa peggiore è che ci sono comuni che pare abbiano saldato tutto il dovuto infischiandosene degli operai”.

Un folto gruppo di ex operai della TraDeCo, l’azienda pugliese che fino a 7 mesi fa si è occupata del servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti nel comprensorio imperiese, torna a chiedere la riscossione dei crediti dei mesi scorsi.

“Sono ormai 7 mesi che la TraDeCo è andata via, lasciando dietro di se problematiche per i comuni e per i cittadini, ma sopratutto ha lasciato 150 famiglie con crediti enormi da riscuotere, cifre che vanno dai 3.000 a 10.000 euro che per alcuni possono sembrare pochi ma per noi levati dal bilancio famigliare annuale sono tantissimi, alcuni sono indietro con affitti oramai da mesi indebitati per colpa loro. Tramite i vari sindacati si sono fatte le varie denunce in tribunale, con le ingiunzioni di pagamento, da riscuotere nei comuni che avevano trattenuto somme destinate alla TraDeCo. Purtroppo a distanza di mesi siamo ancora qui ad aspettare, ma la cosa peggiore è che ci sono comuni che pare abbiano saldato tutto il dovuto infischiandosene degli operai”.

“Noi ci chiediamo… a chi dobbiamo rivolgerci? Le voci girano ma i soldi non arrivano, perchè i comuni che hanno gia avuto l'ordine dal tribunale non ottemperano al loro compito? Perchè se noi sbagliamo paghiamo e loro che devono pagare con tanto di tribunale che gli indica nomi e cifre non lo fanno? Perchè altri fanno ricorso? Non possiamo scioperare perché lavoriamo in altre ditte che fortunatamente ora ci pagano ma non riusciamo a risollevarci da questo grave buco economico che ci è stato fatto. Chiediamo pubblicamente ai Sindaci se ci possono far sapere cosa intendono fare per noi dopo tutto cio che noi abbiamo fatto per loro, senza stipendi e senza mezzi”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore