/ CRONACA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 23 marzo 2016, 09:40

Imperia: la Guardia Costiera ha soccorso un'imbarcazione con motore in avaria, due persone a bordo

Le due persone che si trovavano a bordo non sono riuscite, sulle prime, ad indicare una posizione certa, precisando soltanto di trovarsi a circa 700 metri dalla riva in vista del porto di Imperia.

Un’imbarcazione da diporto di circa 11 metri di lunghezza, denominata “SHARK 3”, con il motore in avaria e non più in grado di governare mentre era in trasferimento dal porto turistico di Marina degli Aregai ad Imperia, ha lanciato una richiesta di soccorso ricevuta dalla sala operativa della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Imperia.

Le due persone che si trovavano a bordo non sono riuscite, sulle prime, ad indicare una posizione certa, precisando soltanto di trovarsi a circa 700 metri dalla riva in vista del porto di Imperia. Subito è stata disposta l’uscita della motovedetta CP 715, dal porto di Imperia, e della motovedetta CP 864 dal porto di Sanremo, che si sono dirette alla ricerca dell’imbarcazione in difficoltà.

Dopo pochi minuti, è stata la motovedetta CP 715 ad individuare l’unità, a poca distanza dal porto turistico della Marina di San Lorenzo; valutate le condizioni meteo, con mare mosso e vento proveniente da nord-est forza 4/5, l’imbarcazione è stata scortata fino al porto, con l’assistenza della motovedetta CP 864, nel frattempo sopraggiunta da Sanremo. Le operazioni di ormeggio, pur se rese difficoltose dal forte vento, si sono svolte con successo e le due persone a bordo sono sbarcate a terra in buona salute.

"Si raccomanda prima di intraprendere la navigazione di verificare le condizioni dell’imbarcazione e del motore, di controllare il livello del carburante e di prestare particolare attenzione alle condizioni del tempo, che in mare possono risultare spesso mutevoli, mettendo a repentaglio la sicurezza di chi si trova a bordo" - affermano dalla Capitaneria di Porto.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore