/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Oneglia in palazzo d`epoca interessantissimo appartamento di grande metratura completamente ristrutturato....

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

per computer w 2234 s LCD nuovissimo mai usato. 20"

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | lunedì 18 gennaio 2016, 18:56

Imperia: il Giudice del Lavoro assegna il pagamento degli stipendi ai lavoratori Tradeco e bacchetta il Comune per la parcella pagata all'avvocato

Saccone bacchetta il Comune di Imperia, che, "sebbene fosse a conoscenza del credito di lavoro del creditore precedente - i lavoratori ndr -, tuttavia ha preferito pagare altri creditori meno tutelati"

Un fulmine a ciel sereno, la sentenza pronunciata dal G.O.T. del Tribunale di Imperia Andrea Saccone in seguito all'udienza del 13 gennaio, relativa al pagamento di residui di stipendi, tfr, straordinari e banca ore dei lavoratori Tradeco, al termine della quale, il giudice si era riservato di decidere.

Il dispositivo, emesso nei giorni scorsi, riguarda cinquantuno decreti ingiuntivi presentati dai sindacati, tramite il legale Salvatore Sciortino e assegna il pagamento agli operai. 

Saccone bacchetta il Comune di Imperia, che, "sebbene fosse a conoscenza del credito di lavoro del creditore precedente - i lavoratori ndr -, tuttavia ha preferito pagare altri creditori meno tutelati". 

Il riferimento è alla parcella da 240mila euro, iva compresa, dell'avvocato del Comune di Imperia Eutimio Monaco, il cui nome nei giorni scorsi è stato associato alla Uno Communications, società di cui il Sindaco di Imperia Carlo Capacci è amministratore delegato.

Nella scorsa udienza, Saccone aveva raccolto una memoria presentata dai dirigenti comunali Alessandro Croce e Sergio Roggero, i quali avevano riconosciuto un debito da parte del Comune di Imperia nei confronti della società pugliese che non si è opposta ai decreti ingiuntivi.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore