/ CRONACA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 22 gennaio 2016, 16:46

Imperia: arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo un 43enne con cocaina e marijuana

Da tempo il 43enne aveva eluso i controlli delle Forze dell’Ordine dandosi alla fuga, ma nella notte di domenica è stato arrestato e condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nell’ultimo fine settimana i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Imperia, diretto dal Tenente Luca Rossi, hanno svolto una attività di monitoraggio e repressione di reati concernenti gli stupefacenti.

Nel corso del servizio è stato intercettato un motociclo subito riconosciuto come quello di proprietà di un 43enne imperiese, C.A., già noto per pregressi precedenti penali e di polizia concernenti soprattutto gli stupefacenti. Sapendo che lo stesso era gravato dalla sospensione della patente di guida e più volte scappato è stato inseguito e bloccato, nonostante abbia cercato più volte la fuga. Un tentativo fallito vista la prontezza e professionalità dei Carabinieri che hanno potuto poi meglio ispezionare l’uomo, che ha portato al ritrovamento di 9 grammi di cocaina e 13 di marijuana, oltre che materiale per il confezionamento della droga, risultata a seguito delle analisi di pregevole qualità (cocaina pura al 98%).

Da tempo il 43enne aveva eluso i controlli delle Forze dell’Ordine dandosi alla fuga, ma nella notte di domenica è stato arrestato e condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. E’ stato poi convalidato l’arresto ed è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza, avvenuta in data odierna ma rinviata al 5 febbraio su richiesta della parte. Permane la misura cautelare.

Continua l'attenzione dei militari dell’Arma al fenomeno degli stupefacenti mettendo a segno un colpo che ha ulteriormente indebolito un settore già colpito nell’indagine ‘Go Fast’, conclusa appena pochi giorni fa.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore