/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 28 gennaio 2016, 09:11

Furto in un albergo del dianese: brillante operazione della Squadra Volante della Questura di Imperia

Arrestato dagli agenti un marocchino con cittadinanza italiana residente a Sanremo. Individuato e ricercato il suo complice.

Nel corso della mattinata di ieri, le Volanti della Questura di Imperia hanno arrestato un 26enne (E.I.A.), cittadino italiano di origini marocchine che, insieme ad un altro marocchino, F.R. anche lui di 26 anni (entrambi pregiudicati) si è introdotto nella hall di un noto albergo del dianese, tentando di perpetrare, un furto ai danni dei proprietari.

Dopo aver forzato il portone d'ingresso, i due hanno rovistato all'interno della sala reception asportando danaro ed alcuni oggetti lì custoditi dai proprietari. Gli agenti della Squadra Volante della Questura, diretti dal Dirigente e Commissario Capo Dr. Raimondo Martorano, allertati dalla segnalazione della vittima, sono prontamente intervenuti intercettando, ed immobilizzando il primo 26enne a pochi metri di distanza dalla struttura, intento a far perdere le tracce della sua presenza.  Grazie alla descrizione della parte offesa ed agli equipaggi in servizio, è stato possibile individuare l'uomo che, dopo aver opposto resistenza al fermo, condotto presso gli uffici della Questura, aveva con sé ancora parte della refurtiva, riconsegnata ai legittimi proprietari. Nel tentativo di fuggire alle ricerche, i malviventi hanno ingaggiato una colluttazione con i proprietari dell'albergo e, quindi, ad entrambi è stato contestato il reato di rapina impropria.

Il 26enne, residente a Sanremo, al momento si trova presso la Casa Circondariale di Imperia, in attesa della convalida dell'arresto che avverrà nella prevista udienza di oggi. E’ stata anche effettuata una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione: un equipaggio della Squadra Volante, in collaborazione con la polizia giudiziaria del Commissariato di Sanremo, non hanno riscontrato ulteriori tracce su eventuali altri reati simili.

Il complice, individuato ed identificato grazie agli accertamenti condotti dagli uomini della Questura, è al momento ricercato dalle Forze dell'Ordine: al vaglio dell'Autorità Giudiziaria l'adozione di un provvedimento restrittivo a suo carico. L'arresto, operato in flagranza dagli equipaggi della Polizia di Stato, conferma l'importanza del rafforzamento della attività di prevenzione e controllo del territorio disposta, soprattutto nell'entroterra imperiese e nel dianese, al fine di contrastare la commissione di reati predatori in danno della cittadinanza. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore