/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 01 marzo 2016, 11:48

Esplode la polemica tra Regione e Alta Via dei Monti Liguri che sospende le attività: "Nessuna risposta sui finanziamenti regionali"

"Siamo spiacenti di comunicarvi che a partire dal 1 marzo cesseranno i servizi finora garantiti dall’Associazione Alta Via dei Monti Liguri per mancanza di finanziamenti da parte della Regione Liguria"

Stop alle attività di Alta Via dei Monti Liguri. Ad annunciarlo è la stessa associazione con un post apparso ieri sera sulla propria pagina Facebook che denuncia il mancato finanziamento da parte della Regione Liguria per il 2016: "L'Associazione Alta Via dei Monti Liguri, non avendo avuto risposta alcuna dalla Regione in merito ai finanziamenti per il 2016 (ed è la prima volta che accade da quando esiste l'Associazione), è costretta da domani (da oggi ndr) ad interrompere la sua ultradecennale attività di manutenzione e valorizzazione di questo straordinario percorso. Credo si tratti di un grave errore. Ringrazio molto Cristina e Elena per il loro prezioso contributo di questi anni. Il Presidente Associazione AVML".

Sul portale dell'associazione, che sarà disattivato il 4 aprile, si legge: "Siamo spiacenti di comunicarvi che a partire dal 1 marzo cesseranno i servizi finora garantiti dall’Associazione Alta Via dei Monti Liguri per mancanza di finanziamenti da parte della Regione Liguria: distribuzione della cartografia, informazioni sul percorso e sulle strutture ricettive, aggiornamento del portale Alta Via, monitoraggio e manutenzione del percorso. Nella sezione Ospitalità – strutture ricettive viene sospeso il servizio di richiesta disponibilità a partire dal 25 febbraio p.v. Il portale con i suoi contenuti, le webcam, le immagini sarà visibile al pubblico fino al 4 di aprile poi sarà disattivato. Grazie per averci seguito in tutti questi anni".

Alta Via dei Monti Liguri è un'associazione che ha come obiettivo quello di fornire informazioni e logistica per la visita di località interessanti dal punto di vista naturalistico–ambientale, a cominciare dalle aree naturali protette che ne costituiscono i nodi principali. Il percorso attraversa i parchi regionali delle Alpi Liguri (tappe dalla n. 3 alla n. 7), del Beigua (tappe dalla n. 19 alla n. 20) e dell’Aveto (tappe dalla n. 31 alla n. 35), raggiunge il parco di Montemarcello-Magra (tappa n. 43) ed è collegato, con appositi itinerari, alle altre aree protette della Liguria e ai siti della Rete Natura 2000. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore