/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 14 gennaio 2016, 12:41

Colonnina di mercurio all'ingiù: da oggi temperature rigide e nel fine settimana zero gradi di minima in collina

Oggi vivremo una giornata con qualche debole pioggia sparsa sulla nostra provincia. Con l’abbassamento delle temperature, il limite pioggia-neve calerà decisamente, per raggiungere gli 800/1000 metri.

Il freddo si è già fatto sentire oggi sulla nostra provincia e lo avevamo anticipato già domenica scorsa, in attesa di previsioni più precise, che non hanno fatto altro che confermare quelle dei giorni scorsi. Ma le temperature di queste ultime ore non sono nulla rispetto a quanto ci attende nei prossimi giorni, anche se le precipitazioni non saranno particolarmente abbondanti. Sarà il freddo, infatti, a farla da padrone ed a caratterizzare il prossimo fine settimana.

Quest’oggi le temperature saranno in calo, soprattutto nei valori massimi e vivremo una giornata con qualche debole pioggia sparsa sulla nostra provincia. Con l’abbassamento delle temperature, il limite pioggia-neve calerà decisamente, per raggiungere gli 800/1000 metri e, in alcuni casi anche di meno fino a zone pre-collinari. Domani le nubi abbandoneranno la nostra provincia ma il freddo sarà ancora più intenso, con temperature che sulla costa oscilleranno tra 4 e 8 gradi e le massime tra 11 e 14. Ovviamente nell’entroterra si abbasseranno notevolmente con alcune zone che scenderanno sotto lo zero.

Sabato, domenica e lunedì il cielo sarà poco nuvoloso, con scarsa possibilità di precipitazioni. Attenzione ancora una volta alle temperature, che si abbasseranno ulteriormente e le minime sfioreranno lo zero, anche in zone vicino alla costa. Sarà freddo intenso, ulteriormente amplificato dal vento. Purtroppo non ci sono buone notizie per gli operatori turistici del basso Piemonte e per gli sciatori. All'orizzonte, almeno per ora, non c'è la tanto attesa neve ma attenzione perchè, martedì prossimo potrebbe finalmente arrivare ed i fiocchi potrebbero cadere anche a quote molto basse.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore