/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 16 marzo 2016, 13:54

Ventimiglia: una domenica nell’incantevole cornice della Mortola con la giornata FAI di Primavera

L’evento sarà anche occasione per raccogliere fondi fondamentali per recuperare e mantenere quei pezzi di Italia che altrimenti andrebbero persi.

Domenica 20 marzo 2016, in occasione della 24esima edizione delle giornate nazionali FAI di Primavera, è stata scelta Ventimiglia quale location della provincia per ospitare l’evento, in particolare la magnifica natura della Mortola. Titolo dell’appuntamento che sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle ore 18 è: “Oltre il giardino: lo spettacolo della natura stregata dall’arte, alla scoperta di un gioiello prezioso e nascosto”. Quattro saranno le tappe in programma che saranno visitabili in ogni momento della giornata sotto la guida di preparati ciceroni: Il giardino di Carlo Maria Maggia, la scuola di Thomas Hanbury, il Borgo tra paesaggio e letteratura e, per gli iscritti FAI, anche la cinquecentesca Torre Maggia, dimora dell’artista.

L’evento – ha commentato entusiasta il Sindaco Enrico Ioculano – rispecchia la volontà dell’Amministrazione di valorizzare le nostre ricchezze”. “Il titolo Oltre il Giardino – ha spiegato Roberta Cento Croce, capodelegazione provinciale FAI – vuole proprio indicare tutte quelle bellezze naturali e nascoste che stanno oltre i giardini Hanbury. Sarà una giornata peculiare perché non sarà solo incentrata sui luoghi ma anche sui personaggi, Thomas Hanbury, Carlo Maria Maggia e Nico Orengo che è stato un po’ il cantore di questa terra propugnandone la meraviglia”.

Il percorso ha inizio dai Giardini Hanbury dove oltre sessanta tra volontari FAI e ragazzi del liceo gestiranno l’organizzazione dal punto di vista logistico. Per chi ha difficoltà sarà messo a disposizione anche un pulmino che consentirà di avvicinarsi con più facilità alla proprietà di Maggia.

Il FAI ha aderito, in base alla disposizione ministeriale, al progetto alternanza scuola lavoro: “Noi abbiamo sempre avuto supporto dalle scuole – ha aggiunto Deanna Mangatia, responsabile rapporti scuole – quest’anno abbiamo stipulato una convenzione con il Liceo Cassini di Sanremo e due classi, 39 ragazzi, parteciperanno alla giornata come apprendisti ciceroni guidando il pubblico alla scoperta dei luoghi nelle diverse tappe. Un’esperienza di cittadinanza attiva che consolida la loro crescita culturale e sociale”.

L’evento sarà anche occasione per raccogliere fondi fondamentali per recuperare e mantenere quei pezzi di Italia che altrimenti andrebbero persi, il FAI è infatti proprietaria o gestisce circa 50 beni di grande valore. Le visite non saranno a pagamento ma si potrà effettuare un contributo libero. Inoltre per tutta la settimana si può aiutare il FAI con una donazione di 2 euro inviando un sms a testo libero al 45599. Domenica ci sarà anche la possibilità in ogni tappa di iscriversi al FAI al costo di 39 euro, ma questa iscrizione rende molteplici vantaggi come agevolazioni per tantissimi musei sul territorio nazionale e ingresso gratuito in ogni bene del FAI. A testimoniare questa volontà un fazzoletto arancione da stringere a nodo per ricordare l’impegno etico.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore