/ ATTUALITÀ

Affari & Annunci

casa 45 metri a poggio di sanremo. secondo e ultimo piano in ordine ammobiliata. portoncino blindato serramenti alluminio e cassetta di sicurezza in muratura. Vendo con urgenza...

Monaco 2 e 10 euro 2011, serie Bu 2009 Euroserie e non FDC o Proof originali vendesi; banconote estere n. 100 differenti vendesi euro 60+ spese.

Bussana vendesi appartamento arredato mq 45 + terrazzino sito al secondo piano no condominio disponibile subito zona silenziosa, inintermediari, classe energetica G.

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 04 marzo 2016, 17:48

Ventimiglia: sul progetto ‘adotta un’aiuola’ la critica del consigliere Ballestra: “sono indecorose e pericolose”

Tra chi ha adottato l’aiuola c’è anche però chi si è visto vanificare il proprio impegno dall’inciviltà dei passanti.

Circa un anno fa prendeva il via il progetto ‘Adotta un’aiuola’, l’operazione di restyling per la valorizzazione e la manutenzione delle aree verdi di Ventimiglia. Il bando si è aperto non solo per gli esercizi commerciali ma anche per associazioni e liberi professionisti. L’operazione prevedeva una serie di accordi di sponsorizzazione con soggetti privati. Gli aderenti avevano anche la possibilità di installare un sistema di promozione, ad esempio tramite la messa in opera di un cartello, per garantire una maggiore visibilità.

Oggi il consigliere Giovanni Ballestra punta il dito contro il progetto elencandone le criticità: “Iniziativa lodevole ma non si è tenuto conto di alcuni aspetti che a distanza di tempo emergono chiaramente. In primo luogo l’indecorosità di certe aiuole. Su alcune di queste l’unico verde che si vede è quello di un telone plastico che fuoriesce in malo modo da sotto il terriccio per non parlare di quelle che vengono utilizzate solo come porta cartelli dei menù del pranzo”.

Ma questo è il danno minore – conclude il consigliere – molto più preoccupante la presenza di ferri di recinzione pericolosamente esposti ad altezza bambino. Se qualcuno dovesse farsi male, dato che sono state ‘adottate’, chi ne risponderà? “.

Tra chi ha adottato l’aiuola c’è anche però chi si è visto vanificare il proprio impegno dall’inciviltà dei passanti: “Questa palma me la sono pulita da solo e poi ho piantato rosmarino e timo – ha raccontato mostrando orgoglioso le foto il titolare di un bar del centro –ma le piante essendo giovani ora sono tutte ‘bruciate’ dai bisogni dei cani che i proprietari incivili lasciano fare tranquillamente nell’aiuola. C’è anche chi con noncuranza getta il mozzicone scambiandola per posacenere. Adesso piano piano mi rimboccherò le maniche e proverò a rifarla da capo”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore