/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 15 marzo 2016, 17:02

Ventimiglia: San Secundin d’Argentu, per il premio 2016 il Comitato di Roverino candida il Maestro D’Orsi

In qualità di associazione della frazione più popolata della città il Comitato di Quartiere di Roverino ha inoltrato al Sindaco la propria proposta.

Il 26 agosto nell'ambito dei festeggiamenti del Patrono della Diocesi e della città di Ventimiglia, San Secondo Martire, si consegna ogni anno il premio "San Segundin d'Argentu". Il premio è istituito dal Comitato Pro Centro Storico con il patrocinio del Comune di Ventimiglia. Il premio viene conferito ad un Cittadino di Ventimiglia (si intende chi vi è nato, vi risiede o, comunque, chi vi ha trascorso un periodo significativo) che si sia particolarmente distino nel campo del lavoro, della cultura, dell'arte e delle attività sociali, rappresentando degnamente la Comunità Intemelia.

In qualità di associazione della frazione più popolata della città il Comitato di Quartiere di Roverino ha inoltrato al Sindaco la propria proposta di candidatura che è ricaduta sul Maestro Romano D’Orsi, molto conosciuto su tutto il territorio intemelio. “Un uomo sempre pronto ad aiutare tutti – ha motivato il Comitato – sempre disponibile per tutte le associazioni. Un vero e proprio instancabile dalle mille risorse. Le sue opere, esposte per un periodo anche nella prestigiosa Accademia Balbo di Bordighera, nascono da materiali riciclati e sembrano prendere nuovamente vita”.

Tra le opere che lo scultore ha realizzato sono da menzionare il monumento del Corsaro Nero di Largo Torino, il monumento del Cane Randagio e quello del Gatto Randagio sul lungomare, la scultura La Mediterranea ai Giardini Pubblici Reggio, la scultura San Michele donata alla Croce Verde Intemelia, la scultura Corsaro Nero donata al Circolo Velico ventimigliese, la scultura raffigurante Il Cristo donata alla parrocchia della frazione San Lorenzo, Croci in ferro battuto e scritta per la Chiesa Madonna di Loreto, Targa in ferro battuto per la chiesa degli alpini di S. Antunin, Targa in ferro battuto nel giardino della frazione Latte, la realizzazione del giardino presso la Spes Auser e l’opera realizzata per la commemorazione dei 66 anni della Croce Verde Intemelia ma anche numerose opere donate in esposizione presso la Bocciofila di Roverino e nel territorio comunale per la Battaglia dei Fiori e per diverse manifestazioni televisive.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore