/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 29 gennaio 2016, 13:47

Ventimiglia: nuova carta dei servizi per i nidi di infanzia comunali, gestione di qualità

Quest’anno il tema è l’ambiente, in collaborazione con l’associazione Ortinsieme si lavorerà per la creazione e la conduzione di un piccolo orticello.

In un’ottica di trasparenza e collaborazione con le famiglie – ha spiegato alla presentazione della nuova carta dei servizi per i nidi comunali l’assessore Vera Nesci – si è pensato di rinnovare questa Carta nelle sue peculiarità. Lo scopo è quello di coinvolgere sempre di più le famiglie con le attività condivise con i genitori e moduli per i suggerimenti. I laboratori sono davvero numerosi e tendono tutti ad una funzione educativa”.

Gli elementi di qualità vengono documentati in funzione dei criteri adottati dalla Regione Liguria che garantisce valutazioni continue. Tra questi elementi valutati ci sono gli arredi, le proposte educative, i pasti, la formazione continua del personale e appunto il coinvolgimento delle famiglie. Ogni anno inoltre per i nidi comunali di Ventimiglia l’Aquilone e il Girasole varia il progetto educativo, quest’anno il tema è l’ambiente. In collaborazione con l’associazione Ortinsieme si lavorerà per la creazione e la conduzione di un piccolo orticello. Gratuitamente gli esperti aiuteranno nel corso dell’anno bambini ed educatori a coltivare fragole, zucchine e altri prodotti della terra.

E’ uno strumento – ha spiegato la coordinatrice pedagogica Maria Grazia Fossati che ha redatto la Carta – che rappresenta in sintesi la volontà di indirizzare l’impegno educativo di Amministrazione e team educativo ad una compartecipazione da parte dei genitori. Il servizio dei nidi di infanzia è piccolo ma estremamente complesso e non può funzionare se non c’è sinergia di azione. Inoltre si pone anche come mezzo per costruire il percorso pedagogico del bambino che lo porterà nella sua crescita ad essere cittadino responsabile”.

Ulteriore elemento che favorisce la partecipazione dei genitori è il comitato che ha visto in questi giorni l’elezione di genitori quali nuovi membri. “Il coinvolgimento è molto importante – ha spiegato Agnese Longhini, mamma e membro del comitato – risponde anche ad un senso di tranquillità per un genitore sapere quali attività tuo figlio sta facendo e che percorso educativo ha intrapreso, come mamma mi sento molto coinvolta e inoltre apprezzo tutti i progetti come ad esempio quello ‘mensa’ che oltre ad insegnare a cucinare educa a non sprecare il cibo”.

I due asili di Ventimiglia sono considerati fiore all’occhiello della città ma per accedere ci sono tempi di attesa per entrambi di circa sei mesi con liste d’attesa di circa 40 domande, nel complesso ad oggi usufruiscono delle due strutture 75 bambini tra i  3 e i 36 mesi.“In un’ottica di trasparenza e collaborazione con le famiglie – ha spiegato alla presentazione della nuova carta dei servizi per i nidi comunali l’assessore Vera Nesci – si è pensato di rinnovare questa Carta nelle sue peculiarità. Lo scopo è quello di coinvolgere sempre di più le famiglie con le attività condivise con i genitori e moduli per i suggerimenti. I laboratori sono davvero numerosi e tendono tutti ad una funzione educativa”.

Gli elementi di qualità vengono documentati in funzione dei criteri adottati dalla Regione Liguria che garantisce valutazioni continue. Tra questi elementi valutati ci sono gli arredi, le proposte educative, i pasti, la formazione continua del personale e appunto il coinvolgimento delle famiglie. Ogni anno inoltre per i nidi comunali di Ventimiglia l’Aquilone e il Girasole varia il progetto educativo, quest’anno il tema è l’ambiente. In collaborazione con l’associazione Ortinsieme si lavorerà per la creazione e la conduzione di un piccolo orticello. Gratuitamente gli esperti aiuteranno nel corso dell’anno bambini ed educatori a coltivare fragole, zucchine e altri prodotti della terra.

E’ uno strumento – ha spiegato la coordinatrice pedagogica Maria Grazia Fossati che ha redatto la Carta – che rappresenta in sintesi la volontà di indirizzare l’impegno educativo di Amministrazione e team educativo ad una compartecipazione da parte dei genitori. Il servizio dei nidi di infanzia è piccolo ma estremamente complesso e non può funzionare se non c’è sinergia di azione. Inoltre si pone anche come mezzo per costruire il percorso pedagogico del bambino che lo porterà nella sua crescita ad essere cittadino responsabile”.

Ulteriore elemento che favorisce la partecipazione dei genitori è il comitato che ha visto in questi giorni l’elezione di genitori quali nuovi membri. “Il coinvolgimento è molto importante – ha spiegato Agnese Longhini, mamma e membro del comitato – risponde anche ad un senso di tranquillità per un genitore sapere quali attività tuo figlio sta facendo e che percorso educativo ha intrapreso, come mamma mi sento molto coinvolta e inoltre apprezzo tutti i progetti come ad esempio quello ‘mensa’ che oltre ad insegnare a cucinare educa a non sprecare il cibo”.

I due asili di Ventimiglia sono considerati fiore all’occhiello della città ma per accedere ci sono tempi di attesa per entrambi di circa sei mesi con liste d’attesa di circa 40 domande, nel complesso ad oggi usufruiscono delle due strutture 75 bambini tra i  3 e i 36 mesi.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore