• Risultato finale

    Savona
    Argentina

    0 - 1

  • Risultato finale

    Unione Sanremo
    Ponsacco

    1 - 1

  • Risultato finale

    Finale
    Viareggio

    0 - 0

  • Risultato finale

    Albissola
    Imperia

    4 - 1

  • Risultato finale

    Busalla
    Vado

    2 - 2

  • Risultato finale

    F. Genova Calcio
    Albenga

    4 - 1

  • Risultato finale

    Ventimiglia
    Magra Azzurri

    2 - 1

  • Risultato finale

    Moconesi
    Sestrese

    2 - 4

  • Risultato finale

    Rivasamba
    Sammargheritese

    1 - 2

  • Risultato finale

    Valdivara
    Rivarolese

    1 - 2

  • Risultato finale

    Voltrese
    Rapallo

    1 - 1

  • Risultato finale

    Bragno
    Legino

    1 - 1

  • LIVE

    Camporosso
    Pietra Ligure

    2 - 2

  • Risultato finale

    Campese
    Cairese

    2 - 1

  • Risultato finale

    Loanesi
    Praese

    1 - 1

  • Risultato finale

    Taggia
    Ceriale

    1 - 2

  • Risultato finale

    Veloce
    Certosa

    1 - 2

  • Risultato finale

    Pallare
    Campomorone

    0 - 2

  • LIVE

    Borzoli
    Varazze

    3 - 3

  • LIVE

    Speranza
    S. Cecilia

    0 - 0

  • Risultato finale

    Don Bosco V.I.
    Alassio F.C.

    1 - 4

  • Risultato finale

    Ospedaletti
    Letimbro

    3 - 0

  • Risultato finale

    Andora
    Borghetto

    1 - 1

  • Risultato finale

    Altarese
    Dianese e Golfo

    0 - 1

  • Risultato finale

    Baia Alassio
    San Stevese

    2 - 4

  • Risultato finale

    Quiliano
    Bordighera

    4 - 3

  • Risultato finale

    Borgio Verezzi
    Carcarese Calcio

    0 - 3

  • 18:00

    Celle Ligure
    Pontelungo

    0 - 0

 / ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 22 marzo 2016, 12:27

Ventimiglia: continua la protesta degli abitanti per il ponte di Bevera, oggi riunione decisiva dell’Amministrazione

Il guado, reso pericoloso dopo le recenti piogge, è anche utilizzato come discarica.

Un malcontento sempre più diffuso quello degli abitanti della Val Bevera, nato con l’alluvione del novembre 2014 che ha portato alla conseguente demolizione del ponte. Un taglio di comunicazione stradale che ha reso notevoli disagi in termini di viabilità interessando le frazioni di Torri, Calvo, Varase e naturalmente di Bevera. I residenti di queste località si sentono se non altro parzialmente isolati in una zona considerata ‘d’ombra’ in riferimento ad altri molteplici disservizi come ad esempio le problematiche di ricezione televisiva o l’assenza della connessione internet veloce.

Nel corso del 2015 di concerto con la demolizione l’Amministrazione ha provveduto a ricollocare i servizi di linea elettrica, linea telefonica, fognatura e acquedotto e, per quanto riguarda la ricostruzione, ha lavorato alla progettazione del nuovo ponte. I tempi tuttavia si sono dilatati rispetto a quelli previsti e si è molto lontani dalle dichiarazioni di allora di un’ipotetica fine lavori ad estate 2016, complice del rallentamento anche il cambio di rotta politica in ambito regionale. Ora sembra che l’iter burocratico sia ripartito e si stia procedendo a lavorare per il finanziamento.

Nel frattempo però i residenti della vallata continuano la protesta anche con uno striscione sul quale in pochi giorni sono già state apposte centinaia di firme: “E’ un disagio notevole – ha commentato uno dei promotori dell’iniziativa, Marco Del Signore – senza contare il percorso assurdo che devono compiere i bus. Il guado realizzato inoltre è molto pericoloso, soprattutto dopo le recenti piogge che lo hanno parzialmente franato, sono ancora visibili dei veri e propri buchi. E come se non bastasse da poco qualcuno ha pensato bene di utilizzare questo ‘passaggio’ anche come discarica per i laterizi”.

A preoccupare principalmente gli abitanti però è il passaggio dei mezzi di soccorso in caso di emergenze: “Se dovessero arrivare nuove piogge ad ingrossare il corso d’acqua rendendo inaccessibile il guado l’unica via sarebbe sotto una galleria che non permette il passaggio ad esempio del camion dei Vigili del Fuoco ma nemmeno di tanti altri mezzi”.

L’Amministrazione ha però confermato che sono state da poco inviate le schede tecniche alla Regione e che questa mattina si è svolta una riunione interna decisiva tra uffici e Giunta per mettere al vaglio il progetto da 2 milioni e 700 mila euro. La pratica sarà, con tutta probabilità, portata nel prossimo Consiglio Comunale per poi approdare in Conferenza dei Servizi.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore