/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 27 febbraio 2016, 08:01

Tradizioni in cucina con Sergio: oggi una ricetta senza stagione "Il polpo alla Lanteri"

Un'idea per il pranzo della vostra domenica, semplice, economico, cucinato in modo tradizionale e legato al nostro territorio.

Giornate di pioggia, previsioni catastrofiche e maltempo, ma una primavera che sembra farsi strada, in un modo o nell'altro. Insomma, non esistono più le mezze stagioni. Ecco perché oggi il nostro “chef” d'eccezione, Sergio Lanteri, ci propone un piatto adatto all'inverno, ma che profuma già di mare.

Un'idea per il pranzo della vostra domenica, potrebbe proprio essere il “polpo della famiglia Lanteri”, cucinato in modo tradizionale e legato al nostro territorio.

Ecco gli ingredienti che servono per 4 persone:
1kg e mezzo di polpo
150 g passata di pomodoro
1 cipolla
3 spicchi di aglio
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
2 bicchieri di vermentino
2 bicchieri di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di farina 00
sale e pepe

Preparazione: prima di cucinarlo lasciare il polpo nel congelatore per almeno tre giorni o, in alternativa, batterlo in modo da snervarlo. Una volta pronto, il pesce va lavato accuratamente sotto acqua fredda corrente.

In una pentola far bollire dell'acqua e immergere il polpo con un pizzico di sale, per almeno 10 minuti, quindi estrarlo e tagliarlo a pezzi della grandezza di una noce.

In un tegame far soffriggere nell'olio extra vergine di oliva, le cipolle tagliate a fette e l'aglio, tritato assieme al prezzemolo. Rosolare bene facendo attenzione che le cipolle non si brucino. A questo punto unire il polpo tagliato a pezzetti e lasciarlo colorire per almeno 10 minuti. Far quindi evaporare con un bicchiere di vino. Proseguire la cottura per altri 5 minuti, aggiungendo un cucchiaio di farina.

Unire quindi la polpa di pomodoro e del brodo vegetale, che avrete fatto cuocere a parte. Aggiungere brodo fino a quando il polpo non risulta morbido. Cuocere il tutto a fuoco basso per almeno 35 minuti e servire ben caldo.

Consiglio di assaggiare questa ricetta assieme ad un bicchiere di vino bianco, meglio se vermentino, dell'azienda agricola 'Il Cascin'. Sperando che la ricetta sia di vostro gradimento. Io e mia miglie Milena auguriamo a tutti buon appetito” commenta Sergio Lanteri.

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore