/ ATTUALITÀ

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 18 marzo 2016, 09:25

Seconda giornata di "Officina Imperia". Baracco: "Individuare le aree urbanisticamente interessanti"

"Sarà molto utile per noi. Ho chiesto all'Assessore Parodi di darci una presentazione di quello che è lo stato attuale urbanistico, visioni, ipotesi, ma anche zone che non funzionano molto bene"

E' in corso la seconda giornata di lavori di "Officina Imperia", un laboratorio di architettura che vede la sinergia di più parti, tra cui il Comune di Imperia, attraverso l'assessorato a Verde Pubblico e Arredo Urbano, l'ordine degli architetti di Imperia, Confindustria, la scuola di architettura e design dell'RMIT University (Royal Melbourne Institute of Technology) e del Politecnico di Milano.

Gli studenti, ieri pomeriggio hanno effettuato la prima revisione, assistiti dall'Assessore Maria Teresa Parodi, architetto, ideatrice del progetto, e dal professor Mauro Baracco. Insieme si sono ritrovati all'istituto San Giuseppe, una delle zone interessate da Officina Imperia.

"E' una zona interessata dal progetto - spiega Baracco a Sanremo News - anche perché la linea ferroviaria passa qui vicino. La rilocalizzazione della linea ferroviaria sarà un tema scottante per noi. Stiamo cominciando, è tutto un work in progress. Gli studenti dell'RMIT di Melbourne e del Politecnico di Milano hanno visto Imperia per la prima volta. Pochissimi di loro la conoscono. Io la conosco ma non benissimo. La conosco perché nella fase di preparazione del progetto, negli scorsi due anni sono venuto un po' di volte, ho iniziato a capire e l'interesse è appunto dato nel capire le possibilità.


Nei prossimi giorni per noi sarà tutto un continuare ad affinare molto di più la nostra conoscenza su Imperia, capire quali sono le aree potenzialmente interessanti e riuscire a parlare anche con agenti locali. Sarà molto utile per noi. Ho chiesto all'Assessore Parodi di darci una presentazione di quello che è lo stato attuale urbanistico, visioni, ipotesi, ma anche zone che non funzionano molto bene. Per noi tutta questa informazione è molto utile a questo livello".



Questa mattina gli studenti effettueranno un sopralluogo in città per portare avanti il progetto sponsorizzato da Confindustria.

Il progetto è nato oltre due anni fa dall'architetto Maria Teresa Parodi, Assessore del comune di Imperia, che sfruttando l'amicizia con il professor Mauro Baracco dell'RMIT ha invitato il docente a utilizzare Imperia come caso studio. L'RMIT ha sponsorizzato il progetto finanziandolo anche in parte. Affinché poi il progetto decollasse è stata fondamentale poi è stata la sponsorizzazione di Confindustria. 

L'obiettivo dello studio, svolto da un team composto da ricercatori di Melbourne e di Milano, è quello studiare l'agglomerato urbano di Imperia e di individuare proposte di soluzione per alcune zone con maggiori criticità. Le proposte di progetto verranno presentati a luglio alla Biennale di Venezia. L'auspicio, come ha affermato il sindaco Carlo Capacci, è che i progetti possano concretizzarsi in opere vere e proprie tramite interventi pubblici o privati.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore