/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | domenica 10 gennaio 2016, 11:34

Sanremo: tanta gente a Coldirodi per la Messa di Don Pasquale, inviati anche tweet e messaggi Facebook al Papa

Alla celebrazione eucaristica di questa mattina erano presenti, tra gli altri, anche le comunità romena ed islamica che sono particolarmente radicate nella ‘famiglia’ della frazione matuziana di Coldirodi. Con alcuni cartelli scritti nella loro lingua, hanno nuovamente chiesto al Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, di tornare sulla sua decisione e lasciare Don Pasquale a Coldirodi.

Nonostante l’incontro di venerdì sera, di fronte alla Chiesa di San Siro, i fedeli della frazione di Coldirodi a Sanremo, non demordono e continuano a chiedere a gran voce che il ‘loro’ Don Pasquale Traetta, continui il suo lavoro pastorale con loro.

Lo hanno fatto anche questa mattina, in occasione della Santa Messa delle 10, nella Chiesa ‘colantina’, approfittando anche della presenza delle telecamere di Rai Tre regione, che proporrà oggi un servizio sul ‘caso’ emerso nelle ultime settimane. Don Pasquale ha confermato il suo dispiacere, dal punto di vista affettivo, nel dover andare via da Coldirodi, ma che sul piano prettamente pastorale, si tratta di un trasferimento di normale amministrazione della Curia. “Fa riflettere in senso positivo – ha detto Don Pasquale - che ci sia una mobilitazione, ma denota anche la sofferenza delle persone. Dispiace dove andare via dopo tanti anni, ma questo è anche il nostro dovere di pastori”.

Alla celebrazione eucaristica di questa mattina erano presenti, tra gli altri, anche le comunità romena ed islamica che sono particolarmente radicate nella ‘famiglia’ della frazione matuziana di Coldirodi. Con alcuni cartelli scritti nella loro lingua, hanno nuovamente chiesto al Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, di tornare sulla sua decisione e lasciare Don Pasquale a Coldirodi. La Chiesa questa mattina era piena come non mai ed i fedeli hanno assistito con attenzione alle funzione.

Intanto la comunità ‘Colantina’ si sta muovendo anche mediaticamente. Dopo la creazione di una pagina Facebook per Don Pasquale, in molti hanno anche inviato un ‘tweet’ all’account ufficiale di Papa Francesco. Messaggi anche sulla pagina Facebook ufficiale del Santo Padre, nei quali viene chiesto un intervento diretto del Vaticano. Gli stessi sostenitori di Don Pasquale hanno chiesto l’aiuto del tg satirico di Canale 5 ‘Striscia la Notizia’ e non è escluso che possa arrivare nei prossimi giorni un inviato a Coldirodi, per realizzare un servizio.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore