/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 27 febbraio 2016, 07:21

Sanremo: primo mese di lavoro per Amaie Energia, ora si punta al 65% di differenziata entro l'estate

Il nodo cruciale è sicuramente il ‘porta a porta spinto’, sul quale Amaie Energia sta lavorando alacremente, in modo da apportarlo a tutto il territorio comunale entro l’estate. E’ sicuramente questo uno degli obiettivi principali dell’azienda.

Sta per terminare il mese di febbraio, il promo per quanto riguarda la raccolta e lo spazzamento dei rifiuti a Sanremo, con la gestione ‘pubblica’, con la partecipata del Comune matuziano Amaie Energia. Al momento non ci sono dati precisi sui primi risultati del mese di avvio del lavoro ma, tenuto conto dei problemi che ci sono stati sicuramente per prendere in mano la situazione, quanto si può vedere in giro per la città sembra positivo.

Grossi problemi non se ne riscontrano ed ora, ne siamo certi, l’azienda sta lavorando soprattutto a creare le basi per portare la percentuale di differenziata al minimo del 65%, come prescritto dalla Legge, il più presto possibile. Il nodo cruciale è sicuramente il ‘porta a porta spinto’, sul quale Amaie Energia sta lavorando alacremente, in modo da apportarlo a tutto il territorio comunale entro l’estate. E’ sicuramente questo uno degli obiettivi principali dell’azienda.

Il primo mese, seppur con le incognite che si vivono in tutti i passaggi di mano da un’azienda all’altra, è passato liscio senza particolari inconvenienti ed ora ci sono 4 mesi di tempo per lavorare al progetto di differenziata che, da troppi anni manca nella città dei fiori. I presupposti di questo primo mese sono buoni, non ci resta che attendere.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore