/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 15 febbraio 2016, 12:00

Sanremo: porta della chiesa di Coldirodi aperta fino a tarda sera, collantini “Siamo stati lasciati allo sbando!”

"La nostra preoccupazione era che la Chiesa fosse lasciata allo sbando dopo questo spostamento affrettato di don Pasquale alla parrocchia di Airole" lamentano gli abitanti di Coldirodi.

E' forte la preoccupazione di una parte della comunità coldirodese che ieri, intorno alle ore 20.00, ha trovato ancora la porta della chiesa aperta, dopo la conclusione della funzione sera.

“E' stata lasciata aperta - spiegano - qualunque persona sarebbe potuta entrare e non dimentichiamo che al suo interno ci sono molti oggetti di valore. La nostra preoccupazione era che la Chiesa fosse lasciata allo sbando dopo questo spostamento affrettato di don Pasquale alla parrocchia di Airole e così sta accadendo."

Una protesta che non ha intenzione di fermarsi, quella di alcuni abitanti di Coldirodi, molto vicini a don Pasquale, che non hanno alcuna intenzione di lasciarlo solo tra la nuova comunità a lui assegnata. Gli abitanti di Coldirodi, almeno una parte, hanno infatti deciso di preparare la tradizionale rappresentazione del venerdì santo ad Airole, insieme alla nuova comunità di don Pasquale.

Ci sono poi altre questioni che preoccupano alcuni abitanti come ad esempio il fatto che si siano fermati alcuni corsi di catechismo - per ora proseguono solo quelli dei bambini che si stanno preparando alla Cresima - e che la mancanza in parrocchia di un presidio fisso non garantisca alla comunità nemmeno che le campane suonino a morto, come avrebbero dovuto fare ieri vista la scomparsa di un residente.

“Siamo abbandonati a noi stessi, non c'è un presidio fisso – proseguono gli abitanti – ieri le campane non hanno suonato dopo la scomparsa di un concittadino, si sta purtroppo avverando quello che lamentavamo.”  

 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore