/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 25 gennaio 2016, 21:28

Sanremo: firmato l’accordo tra dipendenti Aimeri e Amaie Energia, solo la Fiadel si tira indietro

"Speriamo che si possa iniziare un nuovo percorso per il bene di tutti e che i lavoratori prendano atto di questa firma, che è molto importante. Resta il rammarico per non aver firmato in maniera unitaria" spiega Vincenzo Giacovelli, Uil Trasporti.

E’ stato  firmato questo pomeriggio l’accordo tra i dipendenti Aimeri e Amaie Energia, tutte le sigle sindacali tranne Fiadel. Una firma che arriva dopo mesi di contrattazione e purtroppo non compatta, dal momento che la Fiadel ha scelto di non firmare a queste condizioni e ha chiesto, con una nota verbale, maggiori garanzie per quanto riguarda i livelli e il trattamento economico.

“Non ci ha soddisfatto a pieno questo accordo – spiega il segretario provinciale Fiadel Antonello Sangiovanni – mancano garanzie per quel che riguarda i livelli presenti in azienda. Noi riteniamo che l’accordo debba essere a favore dei lavoratori,  siamo dispiaciuti per non aver firmato in maniera compatta, ma abbiamo preferito tutelarli.”

Grande soddisfazione, invece, da parte delle altre sigle sindacali per un accordo che si mostra molto favorevole nei confronti dei dipendenti: “Siamo molto soddisfatti di questo accordo – commenta Alessandro Leuzzi, Fit Cisl - per quanto riguarda i livelli ci è stato confermato che nessuno sarà retrocesso. In merito alla questione dei superminimi, invece, abbiamo scelto di comune accordo di chiedere ad un’istituzione neutrale come l’Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro. Mi auguro che la Fialdel rilegga l’accordo, noi abbiamo bisogno di un sindacato unitario soprattutto ora che inizia la contrattazione di secondo livello. Sono amareggiato – aggiunge – che non si sia riusciti ad avere una firma compatta.”

Sciolto l’accordo dei superminimi e delle cause in corso per alcuni dipendenti  per i quali, in caso di vittoria, è stata garantita l’assunzione,  grazie anche alla consulenza dell’Avv. Maria Josè Sciortino,  si è raggiunto finalmente ad un accordo definitivo.

“Sono molto soddisfatto – spiega Roberto Michelis Cgil – adesso si passa alla contrattazione di secondo livello, dispiace solo di non essere arrivati ad una firma compatta.”

“Ci dispiace per la Fiadel – commenta Vincenzo Giacovelli, Uil Trasporti – ma siamo sicuri che tutti saranno assunti e che i livelli saranno mantenuti. Sulla questione dei superminimi stiamo aspettando un parere dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ma comunque, a riprova di questo, abbiamo alcune cause che ci serviranno a dimostrare il fatto che questi devono essere garantiti. Speriamo che si possa iniziare un nuovo percorso per il bene di tutti e che i lavoratori prendano atto di questa firma, che è molto importante. Resta il rammarico per non aver firmato in maniera unitaria.”

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore