/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 02 marzo 2016, 13:01

Sanremo: Biancheri interviene sulle emissioni sonore delle discoteche, anche il Bay si adegua ed i residenti ringraziano

Il 'K-Beach' conferma la volontà di investire nella tecnologia per evitare il disturbo dei residenti, con cifre piuttosto elevate. Molte le mail dei residenti che hanno ringraziato il Sindaco che, nei prossimi giorni incontrerà il 'Bay'.

Si preannunciano sonni decisamente più tranquilli, quest’estate, per i residenti della zona di corso Marconi e di lungomare Trento Trieste a Sanremo, grazie all’intervento del Sindaco matuziano Alberto Biancheri, che ha chiesto un deciso intervento dei gestori delle due discoteche estive, il K-Beach ed il Bay Club.

Dopo l’incontro dei giorni scorsi tra il primo cittadino ed i gestori del K-Beach, sono arrivate diverse mail di ringraziamento da parte di molti residenti, che hanno letto l’articolo pubblicato ieri dal nostro giornale. E contemporaneamente è anche arrivata la telefonata dei gestori del ‘Bay’, pronti ad intervenire anche sul loro locale, per evitare le emissioni sonore. Quali e quanti sono gli investimenti che le due principali discoteche estive, si sono impegnati a realizzare entro la prossima bella stagione, per far fronte alla problematica dell’inquinamento acustico?

Lo abbiamo chiesto ai gestori del K-Beach che, per primi hanno aderito alla richiesta del Sindaco, particolarmente deciso a far rispettare le regole, con una lettera in cui ha confermato che “Chi non si adeguerà saremo inflessibili”. Per la discoteca di corso Marconi sono previste due soluzioni: o una serie di diffusori acustici di nuovissima generazione che, pur permettendo una quantità di decibel più che sufficiente per una pista da discoteca, limitano fortemente il volume, allontanandosi dalla stessa. In questo modo il volume si riduce notevolmente man mano che ci si allontana dal locale. Un’altra soluzione riguarda l’installazione di teli fonoassorbenti attorno al locale, che limitano ulteriormente l’emissione sonora.

Soluzioni sicuramente molto costose, confermano i gestori del K-Beach, ma che potranno consentire agli stessi di proseguire nel loro lavoro, tra l’altro apprezzato dall’Amministrazione comunale (come per il Bay) che considera le discoteche importanti attrazioni per i giovani di Sanremo e del comprensorio. Ma che, contestualmente, garantiranno la tranquillità ed il giusto riposto per i residenti. Il costo dell’intervento per ogni singola discoteca si avvicina agli 80/90mila euro. Una pratica già adottata con successo in altre parti d’Italia, specie sulla riviera romagnola, zona ad alta concentrazione di discoteche all’aperto.

I gestori del 'K-Beach' evidenziano comunque che i tecnici interpellati hanno confermato che gli interventi non danno la certezza del risultato.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore