/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 25 febbraio 2016, 18:56

Sanremo: anche il Tar dà ragione al Comune per il caso dei 'Cantieri' sul porto vecchio, nuova vittoria di palazzo Bellevue

Inoltre, il Tar ha condannato la Cantieri Navali Sanremo Srl al pagamento delle spese di giudizio. Il tribunale ha liquidato forfetariamente in favore del Comune di Sanremo l’importo complessivo di € 1.500,00.

Anche il Tar ha dato ragione al Comune di Sanremo, in relazione all’ultimo ricorso presentato dalla ‘Cantiere Nautico Srl’, società che era subentrata alla ‘Cantieri Navali Srl’, nella gestione del cantiere sul porto vecchio di Sanremo, in una situazione di totale abusivismo, come rilevato da palazzo Bellevue.

La società si era appellata al Tar, sostenendo di aver chiesto la concessione al Comune e che questo non avrebbe risposto. Il Tar, nella risposta alla ‘Cantiere Nautico Srl’, evidenzia come palazzo Bellevue non fosse tenuto a rispondere. Nel ricorso la società aveva chiesto che fosse accertata la legittimità sul silenzio relativo all’istanza di ‘sub ingresso’ presentata nel 2012.

Il Comune ha da subito eccepito l’inammissibilità del ricorso per carenza di interesse e per decadenza del termine previsto dalla legge per la proposizione dell’azione avverso il silenzio. Il Tar quindi spiega che '...il ricorso avverso il silenzio avrebbe dovuto essere proposto, a pena di decadenza, entro un anno e trenta giorni dalla data suddetta, quindi entro e non oltre il 23 novembre 2013. Non risultano, peraltro, successivi atti di riproposizione dell’istanza, ma solamente due solleciti, esperiti mediante note in data 27 giugno e 16 dicembre 2014, dell’originaria richiesta di subingresso. Ne consegue che il presente ricorso, notificato a mezzo posta mediante raccomandata spedita il 24 novembre 2015, è ampiamente tardivo e, pertanto, deve essere dichiarato irricevibile'.

 

Inoltre, il Tar ha condannato la Cantieri Navali Sanremo Srl al pagamento delle spese di giudizio. Il tribunale ha liquidato forfetariamente in favore del Comune di Sanremo l’importo complessivo di € 1.500,00.

Il 17 febbraio scorso, lo ricordiamo, sono state poste le transenne di ferro intorno all'area dei cantieri ed il Comune ha preso possesso dell'area, al termine di una lunga quanto annosa questione.

L'operazione di chiusura dei cantieri era stata organizzata da tempo e, tra i primi provvedimenti esecutivi presi, c'è stata proprio la chiusura delle utenze che sono poi state riattivate poco più tardi con l'ufficialità del passaggio dell'area al Comune, che è ritorna ad esserne proprietario. In quella occasione l’avvocato Davide Oddo, legale del cantiere, aveva sostenuto che il Comune ha occupato le aree con un atto abusivo, in violazione della giurisprudenza amministrativa, pur ammettendo che la società aveva occupato abusivamente le aree stesse.

Carlo Alessi e Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore