/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 11 febbraio 2016, 17:09

Russi alla scoperta del mercato immobiliare ligure ed oggi fanno tappa a Villanova d’Albenga

L'incontro è stato organizzato da Fondocasa in collaborazione con IRA (Italian Russian Association).

Una delegazione di oltre 15 privati e circa 5 agenti immobiliari russi si è recata oggi presso la sede Fondocasa a Villanova D’Albenga per valutare possibilità di acquisto di alcuni immobili. L’incontro, organizzato in collaborazione con IRA (Italian Russian Association) ha avuto lo scopo di creare un contatto tra queste due realtà e, naturalmente, aumentare le possibilità di business. Spiega il presidente di Fondocasa Alessandro Pollero “Questi investitori si sono rivolti a noi per la nostra esperienza trentennale e per la presenza sul territorio. Sono attirati dalla Liguria ed in particolare dal ponente non solo per una questione climatica, ma anche perché a prezzi concorrenziali, qui, riescono ad acquistare appartamenti e villette a due passi dal mare”.

Quale allora il mercato più attrattivo per questi nuovi investitori?

Ci spiega Pollero “Il mercato russo sta vivendo un periodo di crisi, ma questo amplia la categoria di persone interessate ad unmercato medio-alto che è quello presente nel ponente ligure. Non sono persone che vogliono comprare la villa da 5 milioni di euro, qui gli investimenti vanno da 300 mila a 1 milione e mezzo circa”.

Mare o montagna per gli investitori russi? La risposta arriva direttamente da una investitrice Vera Spina il cui cognome non è proprio russo, spiega lei stessa “Mi chiamo così per un errore di gioventù, ho sposato un italiano e ne ho acquisito il cognome” spiega sorridendo, ma a quanto pare se l’amore per l’ormai ex marito è forse svanito, non lo è quello per il Bel Paese “Il 90% di noi è interessato all’Italia per il clima e per il mare, poi sicuramente ci possono essere gli appassionati di montagna ma la maggior parte vuole poter trascorrere il proprio tempo sulla costa”.

E tra le location predilette pare proprio che le zone di mare specie in cittadine con un piccolo porto turistico siano le preferite ed ecco allora che si guarda alle offerte su Loano, Alassio ed Andora, ma anche alle località nell’imperiese.

Afferma Maggi dell’associazione IRA portavoce del presidente Bellini “I russi sono da sempre legati alla Liguria oltre  che a città d’arte come Firenze o Roma, ma in questi anni l’attenzione si sta decisamente spostando nella riviera di ponente e non solo per investimenti residenziali, ma anche per investimenti commerciali”.

Specifica Giulio Valentini Norante dell’IRA “In questo momento i russi sono interessati anche ad investire in Italia in società e attività che possano dare una rendita, particolarmente interessante il settore alberghiero ed infatti oggi nell’incontro si parlerà anche a questi possibili acquirenti”.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore