• Risultato finale

    Sanremese
    Sestri Levante

    1 - 0

 / ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 18 gennaio 2016, 11:54

Regione: il pesto alla genovese è il piatto più amato dai turisti stranieri arrivati in Italia nel 2015

Il Presidente Giovanni Toti: "Ragione di più per tutelarlo meglio"

Il Pesto alla genovese vola al top fra i piatti più amati dai turisti stranieri venuti in Italia nel 2015, secondo un recente studio della catena alberghiera Soft Living Places e la notizia piace alla Regione Liguria.

“Il "fenomeno pesto" è in inarrestabile crescita, è una bandiera della cucina ligure e una volta arrivato in Italia, il turista straniero vuole gustare questa salsa di basilico nella terra di origine e in versione originale. Sta a noi adesso, non commettere errori, trovare le forme migliori per tutelarla e certificarla, saperla proporla nel migliore dei modi, grazie al territorio e alle tradizioni, pena perdere la memoria delle origini e della sua ricetta e farla diventare semplicemente “Pesto”, afferma il presidente Giovanni Toti.

“E tra le iniziative istituzionali avviate con il patrocinio della Regione Liguria e la Camera di Commercio per la tutela della cultura e della promozione del "pesto genovese"  c'è senza dubbio il "Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio" che da oltre dieci anni porta nel mondo mortai e tradizione. 

È stata poi inoltrata recentemente domanda all'Unesco per far sì che la tradizione del pesto genovese e la sua promozione rientrino tra le "best practice" riconosciute da come bene immateriale dell'umanità” aggiunge il governatore ligure- 

Non solo Genova e la Liguria, con i loro ingredienti - basilico e extravergine Riviera Ligure Dop e l'aglio di Vessalico, ma l'Italia intera, quella dei pinoli pisani e siciliani, del Parmigiano Reggiano stagionato indispensabili per fare un grande pesto, è nel biglietto da visita del pesto genovese. Al pari delle tagliatelle al ragù bolognese, degli spaghetti alla carbonara e del risotto alla milanese, è uno di quei piatti che l'Italia l'hanno veramente unita, almeno a tavola e nell'immaginazione dei popoli del mondo. 

A decretarne la diffusione a livello internazionale è stato anche il fenomeno dell'emigrazione dei liguri verso le Americhe soprattutto nelle città di  Buenos Aires, New York, Santiago del Cile .Il Pesto è uno di quegli elementi che molti emigrati hanno portato e portano nel cuore, fino a diffonderne l'apprezzamento al punto di farlo diventare una delle salse più consumate al mondo. Ma esiste una testimonianza d'affetto per il Pesto ancora più antica degli emigranti americani, quella delle comunità tabarchine di Calasetta e Carloforte che nella seconda metà del XVIII sec. dalla Tunisia si trasferiscono nelle isole sarde di Sant'Antioco e San Pietro. 


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore