/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Affitto bilocale con 3 posti letto, con bellissima e panoramica vista mare, al p.t. di casa indipendente con grande...

SPLENDIDA BORSA DA DONNA COCCODRILLO NERO ANNI SESSANTA ALTEZZA CM. 27 LARGHEZZA CM. 35 ALL INTERNO DUE SCOMPARTI...

LITOGRAFIA DEL PITTORE MICHELE CASCELLA "PIAZZA DI SPAGNA" 94/125 CM. 50 X 35 CON CORNICE

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 03 marzo 2016, 14:57

Martedì prossimo è la festa della donna: produzione di mimosa crollata del 40 per cento

Colpa dell'inverno umido e caldo, la produzione di mimosa in provincia di Imperia e, il prezzo al chilo in alcuni casi potrebbe addirittura raddoppiare.

La festa della donna potrebbe essere meno 'gialla': e' infatti crollata del 40 per cento, colpa dell'inverno umido e caldo, la produzione di mimosa in provincia di Imperia e, il prezzo al chilo in alcuni casi potrebbe addirittura raddoppiare.

Si passa dai 7/8 euro ai 10/15 euro al chilo. E' l'allarme lanciato da Franco Fogliarini, presidente della Cooperativa Agroflor, di Seborga, nell'entroterra di Bordighera, la cui vallata è tra i maggiori produttori di mimosa della provincia. "Grazie all'8 marzo - spiega - è un fiore che continua ad avere mercato. Quest'anno per l'inverno troppo caldo o per l'umidità, la fioritura è avvenuta in anticipo e il raccolto è ormai terminato"

La produzione deve essere conservata in frigo, per non più di 20-25 giorni. Anche questa operazione fa lievitare i costi. La mimosa raccolta deve essere suddivisa in mazzetti in sacchetti di plastica che vanno successivamente sistemati in una scatola che deve essere mantenuta a una temperatura di zero gradi centigradi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore