/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

ATTUALITÀ | martedì 09 febbraio 2016, 09:35

La festa degli innamorati nel mondo

In origine, in epoca romana, la ricorrenza del 14 febbraio, che si festeggia da molti secoli ormai, era dedicata alle divinità Lupercus (Fauno) e Juno Februata (Giunone), e mirava a celebrare la fertilità della terra

In origine, in epoca romana, la ricorrenza del 14 febbraio, che si festeggia da molti secoli ormai, era dedicata alle divinità Lupercus (Fauno) e Juno Februata (Giunone), e mirava a celebrare la fertilità della terra, del bestiame e certo anche della specie umana;  si trovava tuttavia ad avere ben poco a che fare con la celebrazione dell’amore di San Valentino, festività diciamo cristiana, introdotta nel calendario sul finire del quinto secolo con l’intento di soppiantare le licenziose feste pagane delle divinità romane.

Ciò avvenne ad opera di papa Gelasio I, il quale riuscì ad abolire di fatto le festività pagane, sostituendole con il culto di San Valentino, probabilmente un prete del terzo secolo che, in opposizione ad una legge dell’imperatore Claudio II che vietava il matrimonio ai soldati, celebrò numerose unioni segrete che gli costarono la vita. Mutatis mutandis, nel corso dei secoli la celebrazione si è sviluppata anche attraverso la Storia, lasciandoci in eredità nuove usanze, come quella di scrivere i biglietti d’amore chiamati "valentine". Basti ricordare il sentimento amoroso che legava Carlo d’Orléans alla moglie, Bonne d’Armagnac, e che durante la sua prigionia lo indusse a scriverle : "Je suis déjà d'amour tanné, ma très douce Valentine": Sono già malato d'amore, mia dolcissima Valentina..facendo diventare quella missiva la più antica cartolina di S. Valentino.

Insomma, la festa degli innamorati ha una storia lunga e variegata, che l’ha portata tuttavia a trovare una larghissima diffusione, e a divenire una delle celebrazioni più festeggiate nel mondo, seconda solo al Natale. E proprio per quest’ampissima diffusione, le modalità del festeggiamento possono cambiare da paese a paese. In Italia per esempio, a farla da padrone sono ancora i mazzi di fiori, le cene romantiche, anche se una delle location più amate per scambiarsi dolci promesse sotto la luna di San Valentino rimane la quattroruote, come ci illustra questa simpatica infografica, realizzata da noicompriamoauto.it proprio in occasione dell’imminente festa di San Valentino. Lo sapevate che ben l’87% delle coppie si è baciata in auto e che sempre nel Belpaese, la vettura rappresenta, dopo la camera da letto, il secondo luogo dove le coppie fanno sesso più di frequente? E poi la macchina è sempre stato un prezioso alleato in amore...sicuramente più di qualcuno di voi si sarà fatto carico di svariate centinaia, se non migliaio, di chilometri per la propria innamorata/il proprio innamorato, magari raggiungendolo/a in un posto molto lontano solo per fargli una sorpresa.

In Spagna per esempio, i festeggiamenti per la festa degli innamorati seguono la tradizione, e le coppie solitamente vanno a cena a lume di candela e poi a fare una passeggiata. In Inghilterra ed in Olanda invece c’è chi invia “valentine” anonime. In Brasile invece San Valentino si festeggia addirittura il 12 giugno, il giorno prima della festa di San Antonio, patrono dei matrimoni. In America non viene considerata solo come festa degli innamorati, poiché viene celebrata da tutti, anche dai bambini, che si scambiano bigliettini con gli eroi dei cartoons. Nella terra del Sol Levante invece sono le donne che regalano una scatola di cioccolatini ai rappresentanti dell’altro sesso, che non devono essere per forza le dolci metà, e questi poi dovrebbero premurarsi di ricambiare il “pensiero” un mese dopo, il 14 marzo, facendo dono però di cioccolata bianca... Insomma paese che vai, San Valentino che trovi.

 

 

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore