• Serie D, Ris. finale

    1 Savona

    79' Damiani

    0 Lavagnese

  • Serie D, Ris. finale

    1 Sanremese

    63' Gagliardi

    2 Finale

    6' Capra, 59' Roda
  • Serie D, Ris. finale

    0 Ghivizzano

    2 Argentina

    4' Compagno, 87' Lo Bosco
  • Promozione, Ris. finale

    1 Pallare

    12' Saviozzi

    1 Ceriale

    74' Conforti
  • Prima Categoria, Ris. Finale

    2 Altarese

    32' Rovere, 53' Brahi

    3 Pontelungo

    11' Tomao, 74' Badoino, 86 Tomao
 / ATTUALITÀ

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 13 gennaio 2016, 17:07

I cani e i gatti dell’Enpa di Sanremo hanno ricevuto un concreto aiuto grazie al ‘food raising’ di Friskies

Raccolto un milione di pasti per i rifugi ENPA di tutta Italia.

Sono circa quindici milioni le famiglie italiane che condividono la loro vita con un cane ed un gatto. Ma non tutti i pet hanno questa prospettiva: secondo gli ultimi dati di ENPA e Lav, in Italia ogni anno vengono abbandonati 50 mila cani e 80 mila gatti che vanno ad incrementare il numero di randagi, pari a circa 900.000. Il picco maggiore si registra soprattutto in due periodi che coincidono con le vacanze estive e quelle di fine anno: tra luglio e settembre, ogni giorno, vengono abbandonati circa 600 tra cani e gatti ed anche tra novembre e febbraio il fenomeno si ripete. Qual è il destino dei pet abbandonati? L’80% rischia di essere vittima di un incidente, di morire di stenti o di subire maltrattamenti. A riservare loro un destino diverso è l’accoglienza che viene prestata dai volontari dei rifugi ENPA, dove ogni anno circa 30.000 cani e gatti vengono accolti e salvati dalla strada. Per garantire loro un futuro, è necessario soddisfare il bisogno primario per il loro sostentamento: offrirgli una sana alimentazione.

È con questa finalità che è stata pensata l’iniziativa FRISKIES Gli Inseparabili, realizzata anche quest’anno con la partecipazione di ENPA - Ente Nazionale Protezione Animali -  e “A cuccia di cuori”, la docu-fiction andata in onda su La5, che ha permesso di raggiungere un traguardo ambizioso: offrire un milione di pasti di qualità, corretti e bilanciati ai pet in attesa di una famiglia, ospitati presso i rifugi ENPA di tutta Italia, tra i quali il rifugio ENPA di Sanremo. Tra settembre ed ottobre, migliaia di famiglie italiane hanno contribuito al food raising: per ogni confezione di prodotto o snack comprato è stato infatti donato un pasto ai pet in cerca di famiglia.

“Siamo felici di essere riusciti a raggiungere l’ambizioso obiettivo che ci eravamo prefissati - afferma Thomas Agostini, Direttore Marketing BU Grocery di Purina – ovvero un milione di pasti per i pet ospiti dei rifugi ENPA. Siamo orgogliosi di aver potuto confermare il nostro impegno per un importante progetto che rispecchia i nostri valori di attenzione nei confronti dei pet. La collaborazione portata avanti con ENPA (che intendiamo continuare a sostenere in futuro) ha testimoniato quanto sia radicato il nostro impegno verso gli animali in cerca di famiglia”.

ENPA è attiva sul territorio da più di un secolo con azioni e campagne mirate alla tutela e al benessere degli animali; forte è la sua peculiarità operativa che vede tra le sue priorità la gestione di rifugi in cui accogliere animali in difficoltà, prendersene cura e dare loro una seconda possibilità in una vera famiglia.

“Siamo lieti di aver collaborato a questo importante progetto - racconta Marco Bravi, Responsabile Comunicazione e Sviluppo di ENPA - perché attraverso il grande successo della trasmissione “A cuccia di cuori” abbiamo portato nelle case degli italiani l’impegno di tutti i volontari che ogni giorno lavorano con entusiasmo e passione per gli animali ospitati nei nostri rifugi. Un grazie alle migliaia di persone che si sono presi cura non solo del proprio animale, ma hanno contribuito alla raccolta di 1 milione di pasti che, proprio in questi giorni, sono arrivati nelle nostre strutture e che ci aiuteranno a nutrire migliaia di cani e gatti ancora in attesa di una famiglia”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore