/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 05 marzo 2016, 11:21

Dolceacqua: il Sindaco Gazzola contro la fusione dei piccoli Comuni: “Piuttosto mi dimetto!”

La delibera sarà inviata ai competenti organi ministeriali affinché entrino a conoscenza del parere dell’Amministrazione di un borgo di soli 2 mila abitanti ma conosciuto oltreconfine per le sue bellezze.

In data 11 novembre 2015 è stata data lettura alla Camera dei Deputati della proposta di legge 3420 promossa dall’on. Emanuele Lodolini e da altri parlamentari. La proposta intende modificare il testo unico degli enti locali relativamente all’articolo 13 apportando un nuovo comma 2bis: “Un comune non può avere una popolazione inferiore a 5.000 abitanti”. Trattando questioni legate al titolo V della Costituzione la proposta è ora al vaglio della Commissione Affari Costituzionali.

Il Sindaco Fulvio Gazzola del Comune di Dolceacqua nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale ha esposto la questione all’attenzione dei consiglieri: “Sono favorevole alla fusione dei Comuni solo se è frutto della volontà della politica e dei cittadini e non se deriva da un obbligo imposto dal legislatore che ha come scopo quello di far sparire i piccoli Comuni. Occorre impegnarsi a far funzionare le unioni perché il rischio è appunto la fusione con relativa perdita della nostra identità territoriale”.

La consigliere Zilli ha però replicato: “Non si può guardare al futuro con logiche di campanilismo, occorre uno sforzo maggiore per acquisire una visione dinamica. Questa opzione può rappresentare una grande opportunità di miglioramento”. La delibera che ha raccolto 7 voti favorevoli e 2 contrari sarà inviata ai competenti organi ministeriali affinché entrino a conoscenza del parere dell’Amministrazione di un borgo di soli 2 mila abitanti ma conosciuto oltreconfine per le sue bellezze.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore