/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 04 gennaio 2016, 10:47

Bordighera: oggi nel 1926, moriva nella città delle Palme, la Regina Margherita di Savoia

Il soggiorno nella città delle Palme fu così piacevole che vi ritornò svariate volte, soggiornando al Cap Hôtel, che all'epoca era considerato uno tra gli alberghi più belli della Riviera.

La foto del monumento della Regina, tratta dall'Archivio Moreschi

Il detto “Ricorda sempre, l'uomo è la testa, ma la donna è il collo e fa girare la testa dove vuole” sembra calzare a pennello alla moglie di una coppia reale, che trascorse molto del suo tempo a Bordighera.

Margherita di Savoia, figlia del Duca di Genova, era una donna decisamente all'avanguardia per i suoi tempi. Oltre a diventare la prima regina consorte d'Italia, sposando il Re Umberto I, accettò l'idea di una famiglia aperta. Umberto infatti, era legato, segretamente per il popolo, ma ufficialmente per la famiglia reale, a tale duchessa Bolognini, di 7 anni più vecchia di lui. Margherita accettò di fatto la situazione, portando avanti, da una parte, il matrimonio, per etichetta e dall'altra la sua vita personale. Nonostante questo la Regina ebbe sempre un grande ascendente sul marito, in merito alle scelte politiche.

Margherita non passò certo inosservata e la su popolarità era molto più alta che non quella del marito. Fu una fra le prime donne appassionate di motori e proprio a lei fu dedicata l'omonima pizza. Il triangolo Carlo, Camilla e Diana, vi ricorda qualcosa?

La Regina arrivò a Bordighera nel 1879 e vi rimase per un anno, rimanendo colpita dalla bellezza del luogo. In seguito all'attentato che Umberto I aveva subito a Napoli il 17 novembre 1878, avendo difficoltà a riprendersi, i medici le consigliarono la Riviera e Bordighera. Il soggiorno nella città delle Palme fu così piacevole che vi ritornò svariate volte, soggiornando al Cap Hôtel, che all'epoca era considerato uno tra gli alberghi più belli della Riviera.

Successivamente, nel 1914 acquistò la ex Villa Bischoffsheim, divenuta Villa Etelinda dove fece costruire, nell'enorme parco, la sua dimora all'architetto Luigi Broggi. Villa Margherita sarà inaugurata il 25 febbraio 1916.

Proprio oggi, nel 1926, la Regina, moriva a Bordighera, città in cui le fu dedicato un monumento in marmo bianco di Carrara, che la riproduce assisa sul trono, opera dello scultore Italo Griselli.

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore