/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 15 febbraio 2016, 14:39

Bordighera: convenzione tivùsat per le zone d’ombra di Borghetto e Due Strade, la risposta dalla Regione

Si tratta di una convenzione a livello nazionale stipulata dall'ANCI per sopperire all’impiantistica fissa che è obsoleta e incontra le resistenze dei cittadini.

Le antenne tv da piano regolatore possono essere collocate solo in due posti del territorio comunale, o a Montenero o sul Monte Bauso. Sono stati fatti vari tentativi tecnici e, salvo nuove tecnologie, sembra che ci siano difficoltà per la trasmissione del digitale terrestre nelle zone di Borghetto e Due Strade dove la copertura del segnale è pressoché assente. Anche nella frazione di Sasso sussistono in pratica le stesse difficoltà ma sembra, in questo caso, che gli abitanti siano riusciti ad adattarsi sfruttando un ripetitore del Comune di Camporosso.

Siccome questa situazione non è solo di Bordighera ma di molteplici località, l’ANCI si è interessata e ha stipulato un accordo. Si tratta di una convenzione a livello nazionale per sopperire all’impiantistica fissa che è obsoleta e incontra le resistenze dei cittadini per i discussi danni provenienti dalle onde del segnale. Nel contesto bordigotto infatti le già presenti antenne di via degli inglesi sono oggetto di continui appelli dei residenti che le considerano pericolose e addirittura causa di alcuni casi di cancro verificati in zona.

Sollecitata dal Comune in questi giorni la Regione ha informato che entro la fine di febbraio verranno fornite a livello locale le direttive su cui poter improntare un piano di sviluppo basato sulla convenzione stipulata sul piano nazionale che prevede tra l’altro prezzi agevolati per permettere a tutti di dotarsi di tivùsat. 

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore