/ ATTUALITÀ

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | domenica 17 gennaio 2016, 08:54

Intervista al Presidente ADGP, Associazione Diabete Giovanile Ponente "Ecco i campanelli d'allarme per un possibile esordio della patologia"

L'AGDP si occupa di far conoscere la realtà diabetica giovanile e le necessità ad essa collegate, contrastando le difficoltà che si incontrano quotidianamente in ogni ambiente sociale.

In provincia di Imperia opera un'associazione molto importante, per il supporto e l'aiuto concreto dei ragazzi che soffrono di diabete e per le loro famiglie. La ADGP, Associazione Diabete Giovanile Ponente, è presente sul territorio dal 2008, sia per i ragazzi che soffrono di questa patologia, sia per i loro genitori, che si trovano dall'oggi al domani a dover fronteggiare una situazione prima sconosciuta.

Il Ce.s.p.Im supporta l'ADGP e funge da punto di riferimento per le sue importanti iniziative.

Cosa è il diabete giovanile e come si manifesta? Lo chiediamo al presidente dell'ADGP, Marco Sichetti: “ I primi campanelli di allarme per un possibile esordio della patologia sono: sete irrefrenabile, continuo bisogno di urinare, inappetenza, notevole perdita di peso, apatia, stanchezza, sbalzi di umore. Se tutti questi sintomi, o alcuni coincidono nello stesso periodo e sullo stesso soggetto, è consigliato quanto prima contattare il medico”.

Il diabete è sa sempre considerata una malattia che riguarda gli adulti, ma in realtà i ragazzi e i bambini, occupano una tristemente alta percentuale in questa classifica. Un bambino diabetico, così come un ragazzo, hanno bisogno della dose di insulina dopo ogni pasto. Quindi anche mentre si trova a scuola, all'asilo o in situazioni ricreative. Pensare che questo faccia parte della loro vita e di quella dei loro genitori, così come lavarsi i denti o le mani, è una cosa non facile da comprendere per i “non addetti ai lavori”.

La forma di diabete che colpiscei giovani, si chiama Mellito di tipo 1 ed ha un picco di incidenza al di sotto dei 14 anni. Questa forma di diabete è secondaria alla distruzione delle cellule produttrici di insulina. Il processo distruttivo avviene in seguito alla produzione di un anticorpo, definito Anti Isola.

L'AGDP si occupa di far conoscere la realtà diabetica giovanile e le necessità ad essa collegate, contrastando le difficoltà che si incontrano quotidianamente in ogni ambiente sociale. Il gruppo è a disposizione di chiunque abbia questo problema e cerchi informazioni, supporto o un luogo dove confrontarsi e far confrontare i propri figli. Tutte le informazioni sono reperibili per mail: segreteriaadgp@gmail.com o sulla pagina facebook  Da un anno, l'Associazione può contare sul prezioso aiuto e sostegno della psicologa Chiara Mantini.

Il prossimo obiettivo dell'Associazione è quello di cercare di ottenere, tramite l'ASL,  uno strumento per le analisi dell'emoglobina glicata, controllo a cui i ragazzi diabetici devono sottoporsi ogni 3 mesi. Oltre a questo, l'Associazione ha in programma anche l'organizzazione di campi istruttivi per i ragazzi, con personale medico a dispoziione.

Per supportare l'AGDP è possibile donare il 5 per 1000, inserendo il codice fiscale 900 748 800 80 nella propria dichiarazione dei redditi.

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore