/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 12 febbraio 2016, 16:16

500 migranti in più in Liguria, per il centro migranti di Ventimiglia soluzioni al vaglio della Prefettura

Si alzano le preoccupazioni dei residenti e degli esponenti politici dopo l’arresto del pakistano ricercato in tutta Europa che aveva tentato di introdursi nel centro della stazione.

E’ notizia di queste ore che il Ministero dell’Interno ha fatto richiesta alla Prefettura di Genova per ospitare 1800 immigrati, 500 in più rispetto a quanto previsto precedentemente, la ragione addotta è che gli sbarchi non si fermano. A Ventimiglia si alzano le preoccupazioni dei residenti e degli esponenti politici dopo l’arresto del pakistano ricercato in tutta Europa che aveva tentato di introdursi nel centro della stazione.

L’accaduto è stato commentato anche dal consigliere regionale Alessandro Piana (Capogruppo Lega Nord): “Questo la dice lunga su chi viene a bussare alle nostre porte e tutti questi richiedenti asilo sembrerebbero essere solo presunti richiedenti perché di fatto non sfuggono da guerre ma si tratta di migranti solo in cerca di alternative e un sacco di episodi sconvenienti lo stanno dimostrando. E’ normale che la gente sia stufa indipendentemente dall’ideologia politica. Rispetto al Centro di Ventimiglia non trovo sia giusto che a pagarne le spese siano i cittadini, sono stato nelle loro case e credo che non farebbe piacere a nessuno una situazione del genere. Ventimiglia è una città turistica e commerciale, se il biglietto da visita è questo è ovvio che soprattutto i commercianti siano inviperiti”.

L’Amministrazione della città sottolinea ancora una volta la sua posizione avversa nei confronti del Centro e ringrazia le forze dell’ordine per queste operazioni di controllo volte a identificare i soggetti pericolosi. “L’arresto dei giorni scorsi – ha commentato il Sindaco Enrico Ioculano – è la dimostrazione che il monitoraggio svolto dagli organi di polizia funzione molto bene. Più volte poi, come anche in Consiglio Comunale, abbiamo ribadito la nostra contrarietà rispetto alla presenza del Centro di prima accoglienza nei pressi della stazione. E’ quello che abbiamo fatto anche la settimana scorsa nell’ultimo incontro con il Prefetto che tuttavia segue una ben precisa e nota linea. Per la nostra posizione geografica come città già viviamo inevitabilmente i flussi migratori ma darebbe una maggiore stabilità se almeno le riammissioni fossero dislocate altrove”.

I migranti che vengono accolti nel centro sono tutti identificati e visitati – rassicurano dalla Prefettura – vengono effettuate anche valutazioni costanti e si sta lavorando sulla gestione. Che Ventimiglia sia una città di confine è un dato oggettivo e come tale vive una situazione particolare. I costi di cui si è fatto carico il Comune fino ad ora e di cui si dovrà fare carico saranno recuperati dai fondi stanziati direttamente dal Ministero dell’Interno ma si capisce la preoccupazione dei cittadini in vista della stagione più critica. Per questo stiamo facendo degli approfondimenti per vagliare delle soluzioni”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore