/ AL DIRETTORE

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

Abito da sposa tessuto originale ARMANI, modello ARMANI, realizzato da Vogue Sposa di Luciana De Stefano. Tessuto seta...

SANREMO, SPLENDIDA VISTA MARE. PRIVATO VENDE MONOLOCALE ARREDATO AL 7° PIANO DI UN BEL COMPLESSO IN OTTIME CONDIZIONI....

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | giovedì 10 marzo 2016, 15:08

Sanremo: parcheggio 'anarchico' quotidiano in via Galilei all'incrocio con via Martiri e strada Borgo Tinasso

“Tutti i giorni centinaia di famiglie rischiano incidenti in via Galileo Galilei a causa dei posteggi abusivi contromano. Nonostante un piccolo tratto di doppio senso di circolazione ben evidente, la corsia viene usata come un vero parcheggio".

Un nostro lettore ci ha scritto per segnalare quanto avviene tutti i giorni all’incrocio tra via Galilei, via Martiri e strada Borgo Tinasso a Sanremo. Un parcheggio ‘anarchico’ che prosegue sia in via Galilei che in strada Borgo Tinasso, dove spesso è difficile transitare per due auto in senso contrario e dove i pedoni rischiano ogni giorno di essere investiti:

“Tutti i giorni centinaia di famiglie rischiano incidenti in via Galileo Galilei a causa dei posteggi abusivi contromano. Nonostante un piccolo tratto di doppio senso di circolazione ben evidente, la corsia viene usata come un vero parcheggio. Poco dopo l'intervento  giornaliero dei vigili urbani, la corsia viene invasa in un attimo come un vero parcheggio ostruendo anche la manovra alle corriere di linea che percorrono via martiri verso via Galilei. Durante il giorno viene presa d'assalto anche come scarico e carico da grossi camion indisturbati, mettendo a rischio molti automobilisti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore