/ AL DIRETTORE

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | domenica 03 gennaio 2016, 20:51

Il saluto dell'amico Alberto Gabrielli a Giorgio Bertone, nel comune amore per le montagne

Un saluto a Giorgio Bertone, nel comune amore per le montagne da Alberto Gabrielli: 

Ciao Giorgio… oggi la neve ci restituisce quella dignità invernale che temevamo di aver perduta. E siamo felici perché possiamo lasciarti con quella serenità, quella pace, quel profondo senso di quiete, che nessun altro evento nell’ universo-conosciuto è forse in grado di creare. Purtroppo dovremo abituarci sempre più ad essere spoglie di questo telo candido e dei suoi ricami su rocce, foglie, code ed ali; ma apprezziamo per questo ancor più  gli sforzi tuoi - e di pochi altri liberi pensieri - in difesa nostra, e di tutta Gaia. Miti e favole hanno assegnato spesso a noi, le Montagne, il ruolo di protettori della terra,  e di dimora dei vostri sogni, ostinatamente spenti dai miti della modernità, con le loro luci artificiali i loro rumori, i loro colori fluorescenti chiassosi, le loro parole sparlate con vanvera aggressività; e i loro ski-lift. Quassù, invece, lungo quella sottile striscia che decide la separazione fra mare e terra - le Alpi Liguri - c’è ancora spazio per il silenzio e le emozioni; e tempo, tempo per ascoltare. Non sappiamo se e/o dove sarai prossimamente, ma di certo sentiremo ancora i tuoi passi sui nostri sentieri da cui il Mediterraneo e l’Alpicella appaiono fusi in un unico fotogramma, parte di quel lungometraggio che è l’ autobiografia della natura. Sei stato 'naturalmente dotto', Giorgio, come solo chi è consapevole di essere 'cento per cento natura e cento per cento cultura' (non ce ne voglia, Edgar Morin), riesce ad essere. Per questo anche a noi mancherai".

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore