SPORT | lunedì 01 settembre 2014 21:03

SPORT | sabato 28 aprile 2012, 22:07

Calcio: nel campionato Provinciale Juniores, la Carlin's Boys cede il passo all'Albissola

Condividi |  

La squadra di Diego Bevilacqua esce sconfitta dall''Annibale Riva' di Albenga nella gara di spareggio che doveva attribuire la vittoria del Campionato Provinciale Juniores organizzato dalla Delegazione di Savona della FIGC

Albissola 2010 - Carlin's Boys 2 - 1
Marcatori: Molinari (A) al 12' del primo tempo, Marsiglia (CB) al 34' del secondo tempo; Martin (A) al 40' del secondo tempo.

Albissola 2010: Briano, Siri, Ragone; Carpita, Garrone, Gareri (Rebagliati); Lerzo, Spanu (Brondo), Asslanaj (Martin), Melloni  (Bologna), Molinari. (a disposizione: Quaranta e Camozzi)
Allenatore: Eugenio Aprile

Carlin's Boys: Muratore, Bordin (Foti), Melini; Santomassimo. Termini (Panizzi), Rosso; Asconio, Ferrario (Marsiglia), Urbina (Silvetti), Campagnani (Trabucchi), Saba (a disposizione: Rostotchi e Moraldo)

Game over per la Carlin's Boys di Diego Bevilacqua che esce sconfitta dall''Annibale Riva' di Albenga nella gara di spareggio che doveva attribuire la vittoria del Campionato Provinciale Juniores organizzato dalla Delegazione di Savona della FIGC.

Il titolo se lo aggiudica l'Albissola 2010 di Eugenio Aprile che, pur non dimostrandosi superiore ai nerazzurri sul piano del gioco, ha saputo sfruttare al meglio le due uniche occasioni da rete create nel corso dei 90'. Il vecchio adagio del calcio che recita: "vince chi segna un gol in più dell'avversario", calza a pennello per descrivere la partita odierna.

Partono con il piede ben premuto sull'acceleratore i giocatori azzurro-arancio, sostenuti dal chiassosissimo tifo di una decina di "ultras" muniti anche di effetti pirotecnici, ed i giocatori nerazzurri sono costretti a difendersi compatti davanti alla propria area di rigore.
Dopo un paio di azioni scaturite da corner ma che non creano pericoli per la porta difesa da Muratore, al 16' un errato passaggio vanifica una ripartenza della Carlin's avviando il micidiale contropiede che porta il n.11 Molinari a siglare la rete del vantaggio per l'Albissola.il fatto che il gran caldo.
La rete subita pungola i ragazzi di Bevilacqua che da quel momento assumono decisamente l'iniziativa.
Gli avversari si accontentano di gestire il minimo vantaggio lasciando alla Carlin's la possibilità di manovrare agevolmente.
Al 30' i nerazzurri si rendono pericolosi con una bella azione di Asconio che fugge sulla sinistra dell'attacco, una volta giunto in area di rigore finta il tiro di sinistro e serve alla perfezione l'accorrente Saba che calcia di prima intenzione alzando però il pallone sopra la traversa.
Il pericolo scampato scuote appena la'Albissola che non riesce più ad avvicinarsi alla porta avversaria.
Un paio di iniziative dello stesso Saba, concluse con altrettanti traversoni, non vengono sfruttate a dovere dai compagni, così come due calci di punizione non sortiscono l'effetto sperato.
Le due squadre vanno al riposo con il punteggio fissato sull'uno a zero per l'Albissola.

Alla ripresa del gioco il tema non cambia con la Carlin's sempre più a trazione anteriore e l'Albissola sulla difensiva, mentre iniziano le mosse dei due allenatori che operano alcuni cambi due dei quali si riveleranno determinanti per il risultato finale.
Al 18' un potente tiro di Campagnani su punizione viene deviato con bravura dall'estremo difensore savonese.
Le azioni di attacco dei nerazzurri si susseguono nonostante il gran caldo che rallenta la corsa e riduce la lucidità, ma si deve attendere il 34' per vedere finalmente premiato lo sforzo prodotto dai sanremesi.
Capitan Santomassimo effettua un preciso lancio da sinistra a destra pescando Marsiglia sulla tre quarti avversaria, il n.15 nerazzurro controlla alla perfezione e scaglia il pallone in fondo al sacco alle spalle di Briano.
L'entusiasmo dei "carlini" dura solo sei minuti : è infatti il 40' il minuto in cui il titolo provinciale, e la possibilità di giocarsi le finali regionali, prende la strada di Albissola.
Una distrazione difensiva consente al n. 10 Melloni di effettuare un cross dalla sinistra che giunge preciso sul piede destro del cecchino Martin il quale non può proprio fallire la ghiotta occasione.
A quel punto le energie fisiche, ma soprattutto mentali, sono veramente esaurite e nonostante i sette minuti di recupero concessi dall'ottimo arbitro Gabriele Verri della sezione di Albenga il risultato non cambia più.

Si chiude così con la vittoria dell'Albissola 2010 e con un bilancio estremamente positivo dei sanremesi, al di la del risultato finale, che in 31 partite hanno collezionato 23 vittorie, 2 soli pareggi, e 6 sconfitte (compresa quella odierna), segnando 101 gol e subendone 34.

C.S.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore