/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| venerdì 11 gennaio 2019, 12:11

Ventimiglia: passaggio del testimone al Campo Roja, dopo Insa Moussa Ba Sanè, Marsha Cuccuvè è la nuova responsabile del centro d’accoglienza

In questo momento gli ospiti sono circa 220 e si tratta principalmente di richiedenti asilo piuttosto che di persone in transito. Tre i minori non accompagnati, cinque nuclei familiari e, ovviamente, anche alcune alcune donne sole.

E’ Marsha Cuccuvè la nuova responsabile del Campo Roja di Ventimiglia gestito dalla Croce Rossa che prenderà il posto di Insa Moussa Ba Sanè arrivato nella città di confine nel dicembre 2017. Ad affiancarla, come vice responsabile sarà Nicoletta Valente.

Entrambe hanno lavorato con Insa Moussa Ba Sanè presso il centro d’accoglienza della Fiera di Genova e, alla sua chiusura, Marsha Cuccuvè si occupata del centro di via Chiapparo, mentre Nicoletta Valente di quello di San Martino. E’ iniziato nei giorni scorsi il periodo di affiancamento per le due nuove responsabili del centro dal momento che Insa Moussa Ba Sanè lascerà ufficialmente Ventimiglia entro fine mese per andare in Africa a seguire un progetto di sviluppo internazionale sempre per Croce Rossa. 

“E’ stata un’esperienza molto positiva per me - ha detto Insa Moussa Ba Sanè, a commento di un anno di lavoro al Campo Roja - una delle più grandi ed importanti che io abbia mai fatto. Dal punto di vista professionale non ho mai gestito un così grande numero di dipendenti, non è stato facile, ma è stato sicuramente formativo. E proprio su questo che ho voluto sempre puntare in questo anno, sulla formazione. Ho cercato di mettere sempre più conoscenze nelle mani delle persone che hanno lavorato con me perché potessero farlo al meglio e ho fatto assumere mediatori culturali ed assistenti sociali, per offrire una migliore assistenza. Questo è stato possibile grazie a Croce Rossa che mi ha supportato, ho trovato una rete davvero importante.” 

Nel frattempo i numeri al Campo Roja restano più o meno invariati, ma si aspettano le conseguenze del decreto sicurezza: “Potrebbe aumentare il numero di irregolari - spiega Insa Moussa Ba Sanè - vista la necessità di passare per le commissioni che saranno sicuramente più severe.” 

In questo momento gli ospiti sono circa 220 e si tratta principalmente di richiedenti asilo piuttosto che di persone in transito. Tre i minori non accompagnati, cinque nuclei familiari e, ovviamente, anche alcune donne sole. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore