/ 

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Per disabili e anziani. lo scooter ha 6 mesi con batterie nuove visibile a firenze

Che tempo fa

Cerca nel web

| lunedì 16 aprile 2018, 12:06

Sanremo: Inps oggi a regime ridotto, terminata l'assemblea dalla quale emerge preoccupazione per il futuro

I sindacati hanno espresso assoluta contrarietà ad ogni ipotesi di spostamento temporaneo dei lavoratori a Imperia e Ventimiglia ed è stato chiesto un incontro urgente con la Direzione dell’Inps e con il Sindaco di Sanremo, già fissato per il prossimo 2 maggio alle 9.30.

E’ terminata l’assemblea del personale dell’agenzia Inps di Sanremo ed è emersa una grande preoccupazione per il futuro dell’Agenzia matuziana.

I sindacati hanno espresso assoluta contrarietà ad ogni ipotesi di spostamento temporaneo dei lavoratori a Imperia e Ventimiglia ed è stato chiesto un incontro urgente con la Direzione dell’Inps e con il Sindaco di Sanremo, già fissato per il prossimo 2 maggio alle 9.30.

Gli elementi di grave preoccupazione sul futuro dell’agenzia, emersi quest’oggi, sono alimentati dalle dichiarazioni della direzione che  prospettano un ritardo nell’assegnazione dei nuovi locali. Evidenziando la mancanza di trasparenza nella gestione di questa delicata partita e la totale assenza di un contesto di relazioni sindacali corrette, che rendono difficile comprendere le motivazioni del ritardo, le modalità del trasferimento e le soluzioni che si intendono adottare temporaneamente, i sindacati chiedono un incontro urgente, appena insediata la nuova rappresentanza unitaria.

“Chiediamo inoltre – terminano Fp Cgil, Fp Cisl, UilPa e Usb Imperia - un verifica degli ordini di servizio sulla riorganizzazione provinciale, che hanno creato non pochi problemi ai lavoratori dell’agenzia di Sanremo, costretti a dedicarsi ad attività formative, importanti, ma che hanno comportato una riduzione del tempo dedicato alla produzione  ed in contrasto con quanto comunicato alle organizzazioni sindacali nella riunione del gennaio scorso”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore