/ 

Spazio Annunci della tua città

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Porto Maurizio Borgo Marina Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Che tempo fa

Cerca nel web

| mercoledì 13 settembre 2017, 14:27

Sanremo: ecco la nuova Giunta, per Daniela Cassini un posto alla Sinfonica? Biancheri "Anche un passo indietro se necessario" (Foto e Video)

Il primo cittadino ha confermato di essere pronto a mettersi in discussione per le prossime elezioni: "Un ragionamento che inizierà però tra alcuni mesi perchè ora bisogna portare avanti i progetti". Attesa per la decisione di 'Siel' sull'appoggio alla maggioranza.

La nuova Giunta nella sua prima riunione di oggi nell'ufficio del Sindaco

Come promesso nei giorni scorsi il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, ha presentato ai media la nuova Giunta, dove ci sono 3 nomi nuovi e 4 conferme, come anticipato questa mattina nella 'diretta' del nostro giornale (cliccando QUI).

La nuova squadra del primo cittadino è così formata: Costanza Pireri (vice Sindaco, Assessore alle politiche sociali e servizi alla persona), Mauro Menozzi (patrimonio e protezione civile, arredo urbano, patrimonio, demanio, difesa del suolo e protezione civile), Barbara Biale (sviluppo economico e finanziamenti europei, verde pubblico, floricoltura, attività produttive), Eugenio Nocita (ambiente, sport), Paola Cagnacci (servizi finanziari, bilancio, tributi), Marco Sarlo (promozione turistica, manifestazioni) e Giorgio Trucco (lavori pubblici, edilizia privata). Al Sindaco rimangono le deleghe a: grandi opere, urbanistica, risorse umane, polizia municipale, rapporti con la Rai, promozione della cultura.

E’ stato ovviamente il Sindaco, Alberto Biancheri, a spiegare la nuova Giunta: “Vorrei fare un passaggio inizialmente sul piano personale. Questo era un progetto a cui pensavo da tempo, sul piano della continuità. Nel 2013 c’era una situazione diversa da quella attuale mentre oggi dobbiamo pensare ad un futuro progettuale e non delle singole persone. E ci metto in mezzo anche il Sindaco che si metterà in discussione. Un cambiamento non vuol dire cambiare gli alleati, ma trovare una rosa di nomi per dare continuità e rappresentanza a questo gruppo. C’è la piena volontà di dare proprio continuità agli Assessori uscenti, magari con un ruolo in qualche partecipata, dove servono persone di esperienza e capaci. Non parliamo di un cambio di rotta o di un accordo particolare. Noi abbiamo già una caratteristica di centro-destra e di centro-sinistra. I tempi erano questi perché ora si entra in una fase di lavoro nuova, ma alcuni articoli ci hanno fatto entrare in una fase di accelerazione che ha comportato una serie di modifiche temporali”. Il Sindaco ha confermato che entro fine settembre verrà scelto il Direttore Generale di Amaie Energia: “Un ruolo importante per il futuro dell’azienda”. Un passaggio anche sulla cultura: “Ancora oggi credo che Daniela Cassini possa avere un ruolo nella cultura e nella Sinfonica. Per ora ho tenuto la delega per avere un confronto con tutte le associazioni culturali ma vedremo. Concludo evidenziando che non c’è nessuna divisione, perché vogliamo lavorare verso un unico obiettivo per i bene della città. Non perché le persone che c’erano prima non avevano la stessa idea, ma ritengo giusto che dopo tre anni e mezzo servisse un cambiamento”.

Nelle sue scelte anche valutato l’operato degli ex Assessori Cassini e Faraldi: “Se vogliamo aprire un discorso sull’efficienza degli Assessorati deve essere fatto a 360 gradi. Ma non è stato fatto, abbiamo solo pensato ad un progetto. Forse l’unico errore fatto è quello su un discorso umano e me ne dispiace. Ma non è stato voluto”. La decisione di cambiamento hanno inciso gli umori della città o il cambiamento in Regione? “Lo scenario politico cambiato ma questo non vuol dire cambiare le alleanze. Oggi è cambiato rispetto a quello del 2014, ma gli alleati sono sempre gli stessi. Non dimentichiamo che il 70% della nostra Amministrazione è di centro-destra, ma il nostro è progetto civico, con ‘Sanremo al Centro’ che è una lista di centro”.

Il Sindaco ha nuovamente risposto sulle possibili ‘aperture a destra’ della sua Amministrazione, confermando che queste non sono mai esistite e che, anzi ci saranno spazi per gli ex Assessori nelle partecipate, in particolare Daniela Cassini alla cultura ed all’Orchestra Sinfonica: “Questo vale anche per Faraldi e Di Meco ma, sicuramente, per le sue capacità l’ex Assessore potrà dare una svolta all’Orchestra”. Ci sarà spazio per gli ex Assessori? “Sicuramente è stata la prima proposta fatta”.

Cosa si aspetta dalla nuova squadra? “Mi aspetto una continuità di quanto fatto, ma sicuramente un maggiore impegno a 20 mesi dalle nuove elezioni. Soprattutto sulla concentrazione dei maggiori obiettivi: dalle periferie e quanto fatto fino ad oggi senza dimenticare le grandi opere. Il palazzetto dello sport, il Mercato dei Fiori da avviare nel 2018, senza dimenticare Portosole ed il ‘porta a porta’. Dovremo incontrarci con le associazioni ma anche il discorso di apertura nell’ambito del personale, dei servizi, anagrafe, edilizia ed altro”.

Lei ha confermato di essere pronto a fare un ‘passo indietro’ se necessario alle prossime elezioni: “Si e lo dico con convinzione. E’ chiaro che oggi il Sindaco deve portare a termine il progetto, altrimenti cadrebbe l’Amministrazione. Ma, da qui a 6 mesi si faranno dei ragionamenti anche in base ai sondaggi, ma soprattutto con un ragionamento approfondito con gli alleati. Se il progetto penserà ad una persona diversa io sarò pronto a fare un passo indietro”.

C'era attesa per la decisione di 'Sanremo Insieme' sull'appoggio o meno alla maggioranza, dopo l'uscita dalla Giunta dell'Assessore Daniela Cassini. Francesco Prevosto ha nuovamente confermato di volersi consultare con l'associazione prima di dare una risposta definitiva: “All'inizio del ‘rimpasto amministrativo’ avviato dal Sindaco Alberto Biancheri avevo dichiarato che avrei atteso l'esito finale per valutare il prodotto complessivo e trovare le motivazioni più appropriate alle decisioni che avrei preso. Ho ascoltato con molta attenzione la conferenza stampa del Sindaco Biancheri ed ho preso atto che:
- il perimetro politico della maggioranza non è cambiato nei contenuti programmatici e nelle scelte delle persone. Al di là del giudizio sui singoli non siamo di fronte a figure che rappresentano storicamente e organicamente  il centro destra;
- sul piano dei contenuti ho apprezzato il riferimento all'importanza delle periferie, alla necessità di ristrutturare e riorganizzare le attività dell'Assessorato al Turismo, cultura e manifestazioni, la consapevolezza di fare scelte e prendere decisioni che ricreino fiducia nel personale comunale  come elemento base per migliorare i servizi al cittadino. Nei prossimi giorni mi confronterò con le singole componenti che  hanno contribuito alla lista del Siel e con quegli elettori che mi sono stati più vicini in campagna elettorale e in questi tre anni di amministrazione”.

Sotto la presentazione di oggi nella registrazione della 'diretta' proposta dal nostro giornale:

Carlo Alessi - Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore