/ COLDIRETTI INFORMA

COLDIRETTI INFORMA | 20 marzo 2020, 14:42

Consumi: l'allarme di Coldiretti “Il coronavirus colpisce duramente il settore vitivinicolo Ligure”

A pesare sul mercato interno è stata la chiusura forzata di ristoranti, alberghi e bar, che è stata successivamente estesa anche all’estero dove si sono peraltro moltiplicate le disdette per effetto delle difficoltà logistiche, della disinformazione, strumentalizzazione e concorrenza sleale con la campagna denigratoria sui prodotti italiani

Consumi: l'allarme di Coldiretti “Il coronavirus colpisce duramente il settore vitivinicolo Ligure”

L’emergenza Coronavirus si è abbattuta sul commercio internazionale del Made in Liguria, che nell’anno passato aveva visto 1/3 della produzione agroalimentare varcare i confini dell’Unione Europea, con un aumento del 13% rispetto al 2018, crescita trainata dal settore vitivinicolo regionale, un settore che ad oggi soffre per il calo delle ordinazioni e le chiusure delle frontiere esterne dell’Unione Europea, chiusure che non devono ostacolare però la circolazioni delle merci.

E’ quanto afferma la Coldiretti Liguria nel sollecitare interventi urgenti per il settore vitivinicolo regionale colpito duramente dall’emergenza Coronavirus. A pesare sul mercato interno è stata la chiusura forzata di ristoranti, alberghi e bar, che è stata successivamente estesa anche all’estero dove si sono peraltro moltiplicate le disdette per effetto delle difficoltà logistiche, della disinformazione, strumentalizzazione e concorrenza sleale con la campagna denigratoria sui prodotti italiani. La viticoltura ligure è un settore vitale dell’economia regionale, che ha visto la produzione di oltre 81 mila ettolitri di vino di qualità nell’ultima campagna, il 3,7% in più rispetto a quella precedente, il 65% del quale rientra sotto le denominazioni DOC (DOC 5Terre, DOC Rossese di Dolceacqua, DOC Riviera Ligure di Ponente, DOC Golfo del Tigullio – Portofino, DOC Val Polcevera, DOC Colline di Levanto, DOC Colline di Luni e DOC Ormeasco di Pornassio) e IGP ( Colline del Genovesato, Liguria di Levante, Colline Savonesi, Terrazze dell’imperiese). Anche in questo genere di situazione non bisogna mai dimenticare che i vini liguri, come le altre produzioni locali, sono prodotti di ottima qualità, tracciabili, garantiti e sicuri come prima.

L’Italia, che è il primo produttore mondiale di vino, ora deve farsi portatrice, a livello comunitario, di un piano di sostegno straordinario di un comparto strategico per il Paese dal quale nascono opportunità di lavoro per 1,3 milioni di persone impegnate direttamente in campi, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, per un fatturato che è salito nel 2019 alla quota record di oltre 11 miliardi.

Per riportare il lavoro e l’economia su un percorso di crescita stabile e duratura – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – è di fondamentale importanza sia per le imprese vitivinicole sia, più in generale, per tutti i comparti agricoli e per quello ittico, che vengano previste delle misure straordinarie per compensare i duri colpi ricevuti a causa dell’emergenza sanitaria in corso, dal momento che, nonostante una fortissima contrazione degli ordini sia interni che esteri, le imprese devono comunque continuare a far fronte a tutte le spese necessarie per continuare a produrre. Più in generale è necessario ricostruire un clima di fiducia nei confronti del marchio Made in Italy e, per il comparto vitivinicolo, le grandi manifestazioni di promozione internazionale potranno segnare il momento della riscossa nel mondo, una volta superata l’emergenza Coronavirus".

"Serve infine – concludono Boeri e Rivarossa - una forte azione di responsabilità, al termine di questa emergenza, per favorire maggiormente la sintesi fra il comparto produttivo vitivinicolo e il comparto della ristorazione regionale, entrambi orientati a garantire ai consumatori locali e ai turisti, un’eccellenza dell’agroalimentare Made in Liguria”.

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium