/ Eventi

Eventi | 19 febbraio 2020, 17:41

“Operazione Risorgimento Digitale” di TIM: aperte le iscrizioni ai corsi gratuiti della tappa di Imperia

Da lunedì la scuola di Internet gratuita di TIM stazionerà in piazza de Amicis

“Operazione Risorgimento Digitale” di TIM: aperte le iscrizioni ai corsi gratuiti della tappa di Imperia

Sono aperte le iscrizioni a “Operazione Risorgimento Digitale, la scuola di Internet di TIM che da lunedì 24 febbraio farà tappa a Imperia per quattro settimane offrendo la possibilità di partecipare a corsi gratuiti di formazione. Si tratta dell’iniziativa itinerante di TIM che sta toccando tutte le 107 province italiane con l’obiettivo di dare a tutti la possibilità di diventare “cittadini di Internet” e accelerare in questo modo il processo di digitalizzazione del Paese.

Il progetto vuole dare una risposta concreta al gap di cultura digitale che è ancora presente nel nostro Paese, nonostante l’elevato livello di infrastrutturazione (cioè di disponibilità di reti fisse e mobili a banda larga e ultralarga) esistente. 

Secondo i dati che emergono dallo studio sulla Trasformazione digitale dell’Italia, illustrato durante l’incontro, realizzato dal Censis in collaborazione con il Centro Studi di TIM, sono 1 milione e 50 mila i liguri che utilizzano Internet. Gli utenti social sono ugualmente distribuiti tra uomini e donne, circa la metà appartengono alla fascia di età compresa tra 35 e 64 anni, mentre i profili con più di 65 anni di età sono più di 100.000. Dalla ricerca emergono indicazioni e spunti per stimolare ulteriormente la crescita digitale del territorio, anche grazie ad una disponibilità di banda ultralarga pari a circa l’85% della popolazione (la banda larga raggiunge il 99%). Inoltre dalla ricerca emerge che oltre il 70% dei liguri usa Internet, più della metà usa home banking, mentre le carte di identità elettroniche si attestano al 14%. Molto diffusa invece PagoPA, il sistema di pagamenti online della pubblica amministrazione. Fra le province, Genova ottiene il miglior punteggio per la trasformazione digitale, ma Savona è la città con la più alta percentuale di utenti internet. Tra coloro che non utilizzano Internet, il motivo principale è “il non saperlo usare” (55% dei non utenti).

Le attività formative avranno inizio lunedì prossimo con l’arrivo della scuola di Internet gratuita di TIM in Piazza de Amicis, un “truck” che per tutta la settimana funzionerà da sportello digitale per dare informazioni e consentire ai cittadini di iscriversi ai corsi, oltre che ospitare 10 brevi sessioni formative da meno di un’ora attraverso le quali scoprire Internet e le sue potenzialità. In particolare, nella “scuola mobile” sarà possibile attivare SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), la soluzione che permette di accedere, anche da dispositivi mobili, ai servizi online della Pubblica Amministrazione (INPS, INAIL, Agenzie delle entrate, Portali del cittadino, etc.) e dei privati abilitati, con un’unica Identità Digitale (user e password). 

Per iscriversi ai corsi in aula, è possibile contattare il Numero Verde dedicato 800 860 860, attivo dalle 8 alle 20 di tutti i giorni oppure prenotarsi online alla pagina web www.operazionerisorgimentodigitale.it.

La settimana successiva, vale a dire da lunedì 2 marzo, partiranno i corsi di formazione in aula rivolti a cittadini e dipendenti della PA locale. Verranno insegnate dieci cose facili e utili per diventare cittadini di Internet, come ad esempio, entrare in rete, trovare informazioni, comunicare, condividere e vivere le proprie giornate da cittadino digitale. Le attività formative dureranno fino al 20 marzo e si svolgeranno sia la mattina, sia il pomeriggio nelle scuole e in altre location cittadine messe a disposizione dal Comune di Imperia. Il progetto toccherà le quattro province liguri: dopo Imperia sarà la volta di Loano, Rapallo e Sarzana.

Il programma è realizzato in collaborazione con la Commissione europea e la Polizia di Stato con la partecipazione degli Operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni, aderisce al Manifesto della Repubblica Digitale promosso dal Ministro dell’Innovazione e ha il patrocinio dell’ANCI. Nell’ambito del progetto sono stati anche siglati di recente importanti protocolli di intesa con il Ministro per la Pubblica Amministrazione e con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero della Giustizia. 

L’iniziativa è aperta al contributo di altre aziende, istituzioni e operatori pubblici e privati in ottica di ecosistema finalizzato a fare rete e massimizzare le opportunità per i cittadini.

C.S.

Videogiornale TG24

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium