Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Attualità | 16 febbraio 2020, 07:28

Ventimiglia: incontro sull'area di Capo Mortola, Scullino "Nel 2020 lavoreremo per programmare idee condivise"

L’obiettivo è sviluppare anche un nuovo flusso turistico che porti lustro alla zona e alla città con la creazione di nuovi servizi, il tutto in una cornice ecosostenibile.

La presentazione del probabile brand del parco marino

La presentazione del probabile brand del parco marino

A seguito dell'incontro tenutosi venerdì sull'Area di Tutela Marina di Capo Mortola, l'amministrazione di Ventimiglia, rappresentata al tavolo di lavoro dal vicesindaco Simone Bertolucci e dal coordinatore del Comitato strategico appositamente nominato dal sindaco Scullino, Mauro Merlenghi, ha ringraziato il direttore dei Giardini Botanici Hanbury, Mauro Mariotti, che ha coordinato l’incontro lavori e gli altri partecipanti per il proficuo lavoro svolto e le iniziative assunte.

“Ci auguriamo che, durante il 2020 – ha detto il Sindaco Scullino - l'Amministrazione comunale possa lavorare e programmare maggiormente insieme all'Università di Genova e ai Giardini Hanbury al fine di preconcertare e contribuire con le proprie idee a definire programmi condivisi”. Secondo Scullino l’area di tutela ‘Marina di Capo Mortola’, di recente costituzione, deve essere protetta, salvaguardata e valorizzata e nel contempo resa maggiormente conosciuta oltre i confini di Ventimiglia.

La proposta dell’amministrazione comunale è per una suddivisione delle competenze tra supervisione scientifica, formativa e ambientale su ogni iniziativa da attribuire all’Università di Genova e le azioni di marketing territoriale, promozione turistica e gestione operativa dell’area da programmare in stretta sinergia dal Comune. L’obiettivo è sviluppare anche un nuovo flusso turistico che porti lustro alla zona e alla città con la creazione di nuovi servizi, il tutto in una cornice ecosostenibile.

Proprio per questo l’Amministrazione comunale supporterà con convinzione il ‘Tavolo di promozione’ che la Giunta regionale vorrà in tal senso definire al più presto. “Il tavolo di ieri é stato comunque costruttivo – conferma l'assessore Bertolucci - dal momento che si è nuovamente parlato della necessità di definire le modalità e le  tempistiche per la segnalazione con  boe e la segnalazione a terra, per la pulizia dei sentieri circostanti che collegano le varie spiagge, ma soprattutto una programmazione di eventi gestita dai Giardini Hanbury”.

Secondo Merlenghi invece è necessaria una maggiore apertura alle associazioni presenti sul territorio: “Se il Prof. Mariotti cercherà maggiore collaborazione esterna – ha detto - sono sicuro che la otterrà e che sarà molto utile. Entrambi i rappresentanti dell'amministrazione comunale si auspicano il coinvolgimento di alcune associazioni cittadine che daranno la possibilità tramite canoa e snorkeling di ammirare le bellezze dei fondali”.

“Siamo fiduciosi - conclude Bertolucci - che anche associazioni private  possano sfruttare questa opportunità di turismo, magari strutturandosi in modo da fornire al turista-cliente la possibilità di fare una visita a questi splendidi scorci di natura terrestre e marina, oltre al lavoro già strutturato da parte dei Giardini Hanbury”.

Carlo Alessi

Videogiornale TG24

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 31 marzo
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium