/ Attualità

Attualità | 15 febbraio 2020, 07:14

Per la fine del 2020 previsto l'arrivo della fibra anche a Badalucco, Montalto Carpasio e Molini di Triora



La conferma è arrivata da Liguria Digitale durante l'incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Montalto per presentare il bando dedicato alla digitalizzazione delle imprese dei comuni non costieri.

Per la fine del 2020 previsto l'arrivo della fibra anche a Badalucco, Montalto Carpasio e Molini di Triora

La fibra in ottica in Valle Argentina sembra non essere un miraggio. Per la fine del 2020 la connessione ad alta velocità potrebbe arrivare fino a Molini di Triora, passando per Badalucco e Montalto Carpasio. 

La conferma è arrivata da Liguria Digitale durante l'incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Montalto per presentare il bando dedicato alla digitalizzazione delle imprese dei comuni non costieri.

Una novità molto attesa in questa zona dell’entroterra dove non mancano aziende e famiglie, così come tanti professionisti che lavorano anche da casa. Oggi avere connessioni ad alta velocità è importante, tanto nel lavoro quanto nella vita privata, se consideriamo le possibilità date dalla fruizione dei contenuti, uno su tutti il settore dello streaming video, sempre più in crescita.

Un'operazione che passa da un piano nazionale per portare la rete ad alta velocità nelle zone rurali, attraverso Infratel. Nel nostro caso Regione Liguria diversi anni fa ha messo a disposizione risorse fino a 33milioni di euro. Nonostante i tanti anni trascorsi, i lavori per portare la banda ultralarga nell'entroterra sono in ritardo. Infatti, in valle Argentina si parlava di una copertura pronta entro il 2019.

Una speranza per i tanti abitanti della vallata che da tempo lottano con il digital divide, prima riguardava l'arrivo della ADSL, una conquista tutto sommato recente ed oggi essere coperti dalla fibra. Stando ai progetti, nei centri abitanti, si potrà raggiungere una velocità fino a 100Mbps con copertura via cavo e via etere nella cerchia più esterna rispetto all'abitato così come per le case sparse più isolate, in aree periferiche dove la velocità dovrebbe arrivare a 30 Mbps.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium